Segui QdM Notizie

Attualità

Falconara Lo sport che divide, ancora querelle Baldassini-maggioranza

«I consensi sono in caduta libera, cittadini distanti da Sindaco e Giunta», ma Stefania Signorini ribatte: «Solo parole, in concreto è lui che ha fallito»

Falconara – Marco Baldassini prosegue nelle critiche alla Giunta e al Sindaco. «Stefania Signorini perde consensi e cade sullo sport per la cattiva gestione da parte della sua Giunta».

Ex candidato Sindaco della coalizione formata da due liste civiche Vola e Ancora Falconara e dai Riformisti per Falconara, rappresentati dalla prof. Maria Ambrogini, parte dai numeri e ricorda l’alta percentuale di astensione registrata alle ultime amministrative.

«I consensi sono in caduta libera e non lo dico solo io – sistiene Baldassini – visto che è ciò che si riscontra tra la gente in città e tra gli addetti ai lavori, promesse elettorali non mantenute o disattese, alcune addirittura presenti nel programma elettorale del 2018».

Il capogruppo di opposizione evidenzia che «lo sport falconarese ha chiaramente preso le distanze da Sindaco e Giunta e perfino il presidente della società di calcio a 5 femminile, Marco Bramucci, si è dichiarato molto deluso, affermando che questa Amministrazione comunale deve essere fermata e lo sport sembra essere al servizio della politica e non quest’ultima al servizio di noi sportivi».

Marco Baldassini afferma che per mettersi al servizio della comunità, qualcuno ha perseguito interessi personali più o meno diretti e ritiene discutibile il fatto che sia stata presentata a sostegno della Signorini una lista elettorale di persone provenienti dal mondo dello sport.

«Un fatto molto discutibile», dice. Immediata la replica del Sindaco e delle liste che lo sostengono.

«Riguardo allo sport – spiega Stefania Signorini – Falconara vanta numerose Società e Associazioni, gran parte delle quali mi hanno invitato a scambiarci di persona gli auguri di Natale, nel segno di una collaborazione e di una volontà di lavorare insieme a favore dello sport. Tra queste, realtà storiche come la Castelfrettese e il Cral di Palombina Vecchia, oltre alla Volley Game. Baldassini ha avuto l’occasione della campagna elettorale, che nel suo caso è partita con largo anticipo, per misurare i suoi consensi, è giusto che ora, come consigliere di opposizione, la sua sia una voce critica, ma solo se questa è basata su fatti concreti e ha come scopo quello di migliorare la città e portare benefici alla comunità falconarese, obiettivo che finora ha fallito».

Anche Uniti per Falconara replica alle critiche.
«Su quale base scientifica Baldassini afferma che c’è stato un crollo dei consensi? Se ha commissionato un sondaggio dovrebbe renderlo noto per avere credibilità. Quanto ai dati delle elezioni forse il candidato sindaco Baldassini è il meno titolato a parlare, dato che di voti ne ha presi appena 763, di cui 321 portati dai Riformisti senza i quali non sarebbe neanche stato eletto consigliere».

Per la lista di maggioranza i cittadini sembrano apprezzare le iniziative organizzate dall’Amministrazione comunale, bastava dare un’occhiata a Piazza Mazzini e all’isola pedonale di via Bixio il giorno dell’inaugurazione del cartellone natalizio.

«Resta la volontà di tutta l’Amministrazione di confrontarsi con tutte le realtà sportive del territorio per intervenire dove necessario e mettere gli atleti nella condizione di svolgere la loro attività al meglio, compatibilmente con le risorse disponibili».

(foto in primo piano, il sindaco Stefania Signorini e il consigliere comunale di opposizione, Marco Baldassini)

© riproduzione riservata

News