Segui QdM Notizie

Marche news

IL PROGETTO “Una comunità in movimento” alla casa di reclusione

Registrati miglioramenti della postura, dell’attenzione e in generale del benessere psicofisico dei detenuti

FERMO, 3 gennaio 2022 – Nonostante le limitazioni imposte dalle misure di contenimento del Covid 19, sono state 32, nel secondo semestre dell’anno 2021, le ore di intervento del progetto “Una comunità in movimento” presso la casa di reclusione di Fermo.

Si tratta di una iniziativa di promozione dell’attività fisica e sportiva, in particolare attraverso allenamento funzionale o functional training a circuito, ma anche con esercizi di ginnastica posturale, stretching completo alla fine della lezione e alcune andature di atletica.

La casa circondariale di Fermo

L’attività, organizzata dall’Unione sportiva Acli Aps, è riservata ai detenuti e viene realizzata a seguito della stipula e al rinnovo del protocollo d’intesa tra il Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria e l’Unione sportiva Acli nazionale, grazie al contributo che viene concesso dalla Regione Marche (L.R. 28/2008 – coordinamento a cura dell’Ambito sociale territoriale di Pesaro).

A Fermo, nel corso dell’attività, sono stati registrati miglioramenti della postura, dell’attenzione e in generale del benessere psicofisico.

Con questa iniziativa, che ha compreso anche la fornitura di materiale come step e tappetini per esercizi a terra, l’Unione Sportiva Acli Aps si pone di promuovere la pratica sportiva all’interno dell’istituto penitenziario, nella consapevolezza del significativo ruolo svolto dallo sport per la promozione del benessere psicofisico delle persone detenute, per l’educazione a corretti stili di vita, favorendo al tempo stesso forme di aggregazione sociale e di positivi modelli relazionali di sostegno al percorso di reinserimento

&#169RIPRODUZIONE RISERVATA

News