Segui QdM Notizie

Cronaca

Jesi Impianto risalita di via Castelfidardo, presto il ripristino

Chiuso a causa di problemi di malfunzionamento, l’Amministrazione comunale ha individuato la ditta che effettuerà l’intervento atteso da molti

Jesi – L’ascensore che nel primo tratto da via Castelfidardo permetteva la risalita fino a via Mazzini, chiuso da qualche tempo per malfunzionamento (in opera, invece, il secondo tratto tra via Mazzimi e Piazza della Reoubblica) sarà ripristinato rapidamente.

Lo ha confermato l’Amministrazione comunale, la quale aveva affidato alla ditta che si occupa della manutenzione di verificare le cause del disservizio per prendere una decisione sul da farsi.

La Schindler S.p.a., intervenuta per la verifica ha evidenziato alcune problematiche e componenti da sostituire e la Giunta ha approvato l’intervento necessario al ripristino.

In particolare andranno sostituiti il blocco differenziale e l’interruttore automatico dell’impianto a valle e il gruppo motore pompa dell’impianto a monte.

L’Amministrazione comunale ha affidato l’intervento di riparazione alla stessa ditta «essendo in possesso di esperienze pregresse in merito a impianti similari a quello in oggetto», per un costo complessivo pari a 5.300 euro.

Rispondendo così all’esigenza di quei cittadini e residenti della zona che utilizzavano assiduamente l’impianto e ne lamentavano la chiusura.

Essendo bloccato anche l’accesso dal mercato delle Erbe, a causa del pensionamento della scala mobile di Palazzo Battaglia, già dallo scorso anno, raggiungere il centro storico per i più anziani e per chi ha problemi di deambulazione risulta essere complicato.

Per l’impianto di via Castelfidardo la riparazione dovrebbe avvenire in tempi rapidi, la ditta incaricata, hanno spiegato da Piazza Indipendenza «è in grado di assicurare un tempestivo intervento e di conseguenza un rapido ripristino della funzionalità».

Più lungo sarà l’iter di sostituzione della scala mobile con l’ascensore, che sarà installato sempre all’interno di Palazzo Battaglia e per cui la Giunta ha approvato il progetto di fattibilità per un investimento complessivo di 350 mila euro.

Per reperire i fondi il Comune parteciperà al bando regionale “Per l’assegnazione di contributi ai Comuni marchigiani per la realizzazione di interventi finalizzati al recupero e alla valorizzazione delle mura storiche. Annualità 2024”.

© riproduzione riservata

News