Connect with us

Cronaca

JESI / Lancioni: «Abbattere le barriere? Un modo per cercare solo consenso»

Foto di Claudia Lancioni

La consigliera comunale 5 Stelle dice la sua sul lascito di Morosetti e sugli interventi subordinati allo spostamento della fontana

JESI, 18 novembre 2020 – «La destinazione di quanto non verrà utilizzato mi sembra solo una opportunità per la ricerca di consenso».

Così la consigliera comunale del Movimento5 Stelle, Claudia Lancioni, in merito all’opportunità di abbattere le barriere architettoniche con il lascito del vignettista, Cassio Morosetti, una volta completato il trasferimento della fontana.

Claudia Lancioni

«La jesinità del signor Morosetti mi sembra “scarsa”, basti vedere che la proposta alternativa allo spostamento della fontana con il suo lascito, prevede che i denari vengano destinati ad associazioni benefiche che non si trovano a Jesi – spiega -, infatti solo una delle tre associazioni è del nostro territorio».

Andreoli immobiliare 01-07-20

Qualora il Comune non ottemperasse allo spostamento entro un anno dalla pubblicazione del testamento, infatti, la disposizione deve intendersi revocata e le somme originariamente destinate all’ente pubblico saranno devolute in beneficenza in parti eguali a favore della Fondazione Opera San Francesco per i poveri di Milano, viale Piave 2, del Pane quotidiano di Milano, viale Toscana 28 e della Lega del Filo d’Oro di Osimo via Montecerno 1.

La fontana dei leoni con l’obelisco in Piazza Federico II

«Come consigliera comunale sono contraria allo spostamento della fontana non solo per la vetustà del monumento, che lo rende particolarmente fragile, quanto perché spostando la fontana in Piazza della Repubblica di fatto a Jesi non ci sarebbero più piazze dove organizzare eventi».

«Piazza della Repubblica verrebbe resa inutilizzabile dall’ingombrante fontana: concerti, sfilate, manifestazioni sportive di vario genere come il beach tennis, manifestazioni culturali. Non avremo più un luogo nel centro della città. La fontana con l’obelisco, poi, renderebbe impossibile godere della facciata del teatro e degli edifici che si affacciano su esse. Io penso che una donazione non possa diventare un ricatto, c’erano ben altri modi di poter fare un bel gesto per questa città».

(e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento
0 0 vota
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x