Connect with us

Attualità

JESI / «LE RISORSE SERVONO MA DOBBIAMO FARCELA», MEDICI DELL’OSPEDALE IN CONSIGLIO COMUNALE

medici del Carlo Urbani

Mario Caroli: «Il pronto soccorso funziona se funziona l’intero ospedale» e il sindaco Bacci: «Indietro è rimasto solo chi amministra la sanità»

JESI, 24 giugno 2019Ospiti nella sala consiliare del Municipio i quattro nuovi direttori di alcuni dei reparti dell’ospedaleCarlo Urbani“. Sono stati accolti il dottor Mario Caroli dirigente medico di Medicina e Chirurgia, il dottor Francesco Bartelli a capo della Radiologia, la dottoressa Antonella Bonucci per la Pediatria e il dottor Gianluca Grechi per la Ginecologia.

medici del Carlo Urbani

Da sinistra: Caroli, Bonucci, Grechi e Bartelli

Gli interventi sono stati aperti dall’assessora Marialuisa Quaglieri che ha organizzato il saluto istituzionale. Il primo a intervenire è stato Bartelli: «Ho trovato a Jesi personalità eccellenti – ha detto il medico proveniente da Fabriano -. La carenza di personale limita l’uso di alcune apparecchiature che sono state acquistate nel tempo, questo significa che il servizio è ridotto per chi non è paziente».

Di carenza di personale ha parlato anche il dottor Grechi, jesino di nascita: «Dal Salesi torno nella mia città e ne sono orgoglioso. Voglio far tornare il reparto a quello che era negli anni Settanta. In città, in controtendenza rispetto al dato nazionale, c’è un aumento del 15-20% delle nascite». E sulla 194, rispondendo alla consigliera Agnese Santarelli: «In ospedale siamo 9 tutti obiettori, ma il servizio viene svolto perché tutte le settimane viene il medico da Senigallia. Sono d’accordo che la legge vada rispettata e con le nuove assunzioni valuteremo medici non obiettori».

medici del Carlo UrbaniQuestione ribadita dalla dottoressa Bonucci: «Confermo l’aumento delle nascite come numero e complessità. La carenza di personale impone a medici, infermieri e oss un grande sforzo. Le risorse sono carenti ma l’utenza non ne risente».

In ultimo l’intervento del dottor Caroli: «Mancano autisti del 118, rischiamo criticità serie per Jesi, Cingoli e Filottrano. Il pronto soccorso funziona se funziona l’intero ospedale, vorrei fare degli incontri per sensibilizzare sull’uso del pronto soccorso. La carenza di posti letto, le risorse scarse si fanno sentire ma ci siamo attrezzati trasformando, ad esempio, l’uso di alcuni posti letto per le urgenze. Dobbiamo farcela con quello che abbiamo, certo che le risorse servono».

Ha concluso gli interventi il sindaco Massimo Bacci: «È passato il concetto che si sta operando in un’area vasta, senza competizione tra plessi ospedalieri. Solo così si possono superare le criticità. A questo punto indietro è rimasto solo chi amministra la sanità».

(e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.