Segui QdM Notizie

Cronaca

JESI Sanità: i Repubblicani europei incontrano personale e associazioni

Ospedale Carlo Urbani Jesi

Presente anche il candidato Fiordelmondo che terrà la delega: «La responsabilità è in capo al Sindaco, che ne è il legittimo titolare»

JESI, 15 aprile 2022Katia Mammoli, segretaria cittadina del Movimento repubblicano europeo e Mario Sardella hanno organizzato, nella sede jesina del Movimento, un incontro con numerosi e rappresentativi operatori della sanità cittadina: associazioni e personale sanitario di tutti i livelli e categorie, alcuni dei quali saranno presenti nella lista del Mre.

Presenti anche la senatrice Luciana Sbarbati, che ha portato il suo importante contributo politico, e il candidato sindaco della coalizione di centro sinistra, Lorenzo Fiordelmondo.


«Da tutti gli interventi è emerso un quadro sconsolante della situazione in cui versa la sanità cittadina, e se questa drammaticità non emerge completamente è grazie al senso del dovere che anima tutto il personale – spiega il Movimento repubblicano europeo -. L’ ospedale di Jesi ha perso nel corso del tempo, la propria importanza che lo contraddistingueva come una delle eccellenze marchigiane. Enorme lo scollamento tra la parte politica e l’organizzazione sanitariain particolare da parte dell’Amministrazione regionale, cui spetta la gestione della sanità pubblica, ma si deve rilevare anche un sostanziale disinteresse da parte dei rappresentanti dell’attuale Amministrazione cittadina». 

Le criticità del pronto soccorso sono «evidenti, con carenza di medici e infermieri e per l’inadeguatezza dei locali, ma per quanto riguarda il personale, la carenza è evidente in tutti i reparti, soprattutto dopo questi anni di pandemia che hanno costretto ad uno sforzo inumano per tamponare le varie situazioni. È stato evidenziato lo stato di assoluta solitudine in cui versa il personale sanitario, costretto a organizzarsi da solo quotidianamente, mancando una vera progettualità politica. Dall’ incontro sono emersi anche molti spunti di riflessione, e tante proposte che migliorerebbero sensibilmente la situazione. Da tutti è stata segnalata la necessità di un utilizzo adeguato dell’ospedale Murri, attraverso la sua completa ristrutturazione e anche l’importanza della prevenzione, che è stata negli anni sempre più trascurata. Per quanto riguarda la interconnessione tra ospedale e territorio sono state avanzate proposte di assoluta importanza e novità». 

Sottolineata anche la «necessità di una migliore interrelazione tra ospedale e medici di famiglia, anche attraverso maggiori supporti tecnologici, necessari per la presa in cura del paziente prima e dopo la ospedalizzazione. La senatrice Sbarbati ha ribadito che è sulla Regione, soprattutto, che bisogna intervenire, coinvolgendo le forze politiche sia territoriali che nazionali». 

Il candidato sindaco Lorenzo Fiordelmondo ha annunciato che terrà lui la delega alla Sanità: «La sanità gestita e organizzata a livello territoriale, con una popolazione che con circa 120.000 abitanti, costituisce una massa critica per una organizzazione più produttiva degli interventi e soprattutto un maggiore potere politico e contrattuale nei confronti della Regione.
Occorrono confronti con il personale sanitario, medico, tecnico, amministrativo, che è l’unico che può illustrare la reale situazione e proporre adeguate soluzioni».

News