Segui QdM Notizie

Attualità

Maiolati S. Museo Spontini aperto le domeniche e nei weekend

Tante occasioni per conoscerlo o riscoprirlo nel mese di agosto, è appena entrato a far parte dell’Associazione nazionale Case della Memoria

Maiolati Spontini, 7 agosto 2022 – La Casa Museo Gaspare Spontini, gestita dal Comune in collaborazione con la Fondazione Gaspare Spontini e la Conservatoria museale, sarà aperta   tutte le domeniche del mese nel weekend, il giorno di Ferragosto, con orario dalle 16 alle 19

Oggi 7 agosto sarà inserito nel tour guidatoPasseggiando nei luoghi spontiniani. Luoghi e narrazioni per ricordare Gaspare Spontini, che rientra nell’iniziativa Borghi aperti”. 

Tante occasioni, quindi, per conoscere o riscoprire il museo, che sorge nel centro collinare, e che è appena entrato a far parte dell’Associazione Nazionale Case della Memoria, la rete nazionale di case museo di personaggi illustri di cui fanno parte 94 strutture in 14 regioni italiane.

L’edificio, che ospita l’Archivio, la Biblioteca e il Museo Gaspare Spontini, è il luogo dove il musicista è vissuto con sua moglie Celeste Erard, e dove è morto, il 24 gennaio 1851. Custodisce epistolari, partiture autografe, edizioni a stampa della musica spontiniana, cimeli, quadri, parte dell’arredamento originario dell’epoca e una biblioteca.

L’abitazione era inserita nel progetto filantropico spontiniano, come luogo riservato agli istitutori. Tra il 1880 e il 1937 ospitò il municipio di Maiolati, mentre nel giugno del 1951 è stato dichiarato monumento nazionale. L’archivio, biblioteca e Museo Gaspare Spontini fu inaugurato il 6 settembre, sempre del 1951.

Un’occasione, quella di fare un viaggio alla scoperta della vita e delle opere del compositore maiolatese, uno dei più grandi geni musicali dell’Ottocento, da abbinare alla visita al castello medievale e al Parco Colle Celeste, voluto proprio da Spontini e intitolato alla moglie. 

Il biglietto d’ingresso unico è di 3 euro e sarà consentito a un massimo di tre visitatori contemporaneamente. Oltre alle aperture programmate sarà comunque possibile visitare le collezioni contenute nel museo prenotando al numero telefonico 333 668 89 98.

©riproduzione riservata

News