Segui QdM Notizie

Attualità

Moie L’esperta di mindfulness e benessere al Comprensivo “Carlo Urbani”

Accolta per una settimana la prof.ssa Stanislava Kuharski, che ha coinvolto alunni, docenti e personale Ata in attività innovative riguardanti il wellbeing e lo stare bene a scuola

carlo urbani moie

Moie – Si è concluso sabato scorso 17 febbraio il programma d’intervento della prof.ssa Stanislava Kuharski, di origine croata, esperta internazionale di wellbeing e mindfulness, nei plessi e nelle classi dell’Istituto comprensivo “Carlo Urbani” di Moie di Maiolati Spontini – Castelplanio -Poggio San Marcello, nell’ambito del progetto Erasmus+.

Ad accogliere la prestigiosa ospite, oltre alla dirigente scolastica prof.ssa Linda Rosa Marcovecchio, anche il sindaco Tiziano Consoli, l’assessore all’associazionismo e alla pubblica istruzione Maria Ludovica Trillini, il sindaco di Castelplanio, Fabio Badiali, il sindaco di Poggio San Marcello, Giuseppina Spugni.

La prof.ssa Kuharski, che già gli alunni avevano incontrato lo scorso ottobre – in modalità online – in occasione degli Erasmus Days, ha coinvolto dal 12 al 17 febbraio, esclusivamente in lingua inglese, tutte le classi dell’infanzia, della primaria e della secondaria, il personale docente e Ata in numerose attività basate su pratiche ed esercizi di respirazione, rilassamento, concentrazione e consapevolezza attraverso l’uso di tecniche innovative di benessere psicologico e mindfulness, con l’obiettivo di offrire nuovi stimoli per lo stare bene con se stessi e a scuola. 

Premiata come miglior docente per i metodi innovativi e le tecniche educative nel 2023 e coordinatrice della Community del Programma Erasmus+ in Croazia, la prof.ssa Kuharski rientra in qualità di esperta nel prestigioso accreditamento Erasmus+ 2021-2027 che l’Istituto di Moie ha conseguito l’anno scorso, una sorta di patente europea per l’accesso a progetti di mobilità internazionale di alunni e personale insegnante.

La finalità degli incontri è stata quella di realizzare il concetto di stare bene a scuola, incrementando la motivazione e il rendimento scolastico.

«Questi tempi difficili e la costante esposizione allo stress, in cui i bambini e i ragazzi rappresentano un gruppo particolarmente vulnerabile – ha affermato la prof. ssa Kuharski – rendono le persone consapevoli dell’importanza di una maggiore attenzione alla salute mentale come base per la qualità della vita. Portando nelle scuole il nostro progetto di well-being e mindfulness forniamo agli studenti il supporto necessario con l’obiettivo di ridurre lo stress e sviluppare la creatività, la produttività e la soddisfazione, realizzando al tempo stesso un’atmosfera più positiva e motivante».

«Attraverso le attività di consapevolezza migliorano l’apprendimento e la concentrazione, aumentano l’intelligenza emotiva, cognitiva e sociale. E questo vale anche per gli stessi insegnanti. Penso che educare alla felicità e allo stare bene con se stessi sia fondamentale per creare generazioni future migliori».

© riproduzione riservata

News