Segui QdM Notizie

Eventi

MORRO D’ALBA Giallo, verde e rosso Lacrima: un’estate per ripartire

Le manifestazioni che caratterizzeranno uno dei Borghi più belli d’Italia con progetti innovativi e di qualità

MORRO D’ALBA, 11 giugno 2021 – Un’estate di “prime edizioni” a Morro d’Alba, quasi a sottolineare un anno zero per ripartire: appena conclusa domenica scorsa Lacrima in Giallo, già dal 17 giugno si prosegue con Green Loop,  Festival dell’Economia Circolare: e con poca attesa, a luglio, la prima volta anche per il  Lacrima Wine Festival, festival dei borghi delle terre del vino Lacrima.

Green Loop (17-20 giugno), tra seminari formativi per insegnati, laboratori per bambini e ragazzi e gli incontri con personaggi di eccellenza, vuole essere un nuovo modo di raccontare e conoscere l’economia circolare, veicolando il messaggio ecologico attraverso teatro, musica e installazioni scenografiche green. Al Festival sarà presentato il progetto Vinum, che vede Morro d’Alba e aziende vinicole del territorio collaborare con l’università di Camerino, proprio in un progetto di economia circolare.

Alessandra Boldreghini

Nelle parole di Alessandra Boldreghini, assessore alla cultura, turismo e attività produttive di Morro d’Alba, il Comune mira a «fare in modo che la cultura possa essere un volano di attività di promozione turistica ed economica, direttamente o indirettamente collegate, con progetti innovativi e di qualità. La conferma è data anche dai finanziamenti regionali dei bandi vinti e dai progetti in collaborazione con altre Amministrazioni».

Progetti come l’ultima primizia di questa estate, il Lacrima Wine Festival.

Previsto per la prima decade di luglio, partecipa ad un bando del MiBact (Ministero dei Beni Culturali e Turismo) dedicato ai borghi e vede la collaborazione delle cinque Amministrazioni dei borghi delle Terre del Lacrima: Belvedere Ostrense, Monte San Vito, Ostra, San Marcello, con Morro d’Alba capofila

Il Lacrima Wine Festival, è una manifestazione diffusa che coinvolgerà contemporaneamente tutto il territorio dei cinque Comuni, che per circa dieci giorni saranno interessati da eventi con lo scopo di attrarre turisti e far scoprire il territorio dove nasce il Lacrima.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

News