Segui QdM Notizie

Animali

Pet Therapy A domicilio per i bambini oncologici dimessi dal “Salesi”

Obiettivo del progetto della Fondazione è garantire la prosecuzione della terapia anche a casa

Ancona – Garantire continuità assistenziale ai bambini oncologici.

È il cuore del progetto Pet Therapy a domicilio della Fondazione Ospedale Salesi Onlus, sostenuto dai Lions Club di Senigallia, Ancona Host, Ancona Colle Guasco, Osimo, Castelfidardo e Riviera del Conero.

La co-terapia, già attiva dal 2017 per i piccoli pazienti ricoverati presso il Dipartimento Materno Infantile dell’Ospedale Salesi di Ancona, ora potrà raggiungere i bambini oncologici anche a domicilio una volta dimessi dal nosocomio in modo da garantire la prosecuzione della Pet Therapy.

Impegnati nel progetto, condotto dagli operatori della Magical Pet, cinque splendidi cani: Eva un Pastore Tedesco femmina, Otto van Blu’z un Australian Shepherd maschio, Shaky un Siberian Husky femmina, Toffee un Barbone Grande Mole femmina e Zuma un Labrador Retriever femmina. 

«La pet therapy – spiega la direttrice della Fondazione Ospedale Salesi Onlus, professoressa Laura Mazzanti – negli anni ha mostrato di avere importanti benefici sui pazienti pediatrici: attraverso il contatto con l’animale i bambini oncologici riescono a raggiungere un rilassamento corporeo e ad allontanare temporaneamente i pensieri negativi collegati alla malattia».

Il progetto pilota di co-terapia a domicilio, fortemente voluto dalla dottoressa Paola Coccia, avviato nel 2022, «ha riscontrato fin da subito un grande successo e apprezzamento sia tra i bambini che vi hanno partecipato che tra le loro famiglie».

La professoressa Laura Mazzanti, la dottoressa Rosalba Franco, il dottor Vincenzo Firetto, un’operatrice della Magical Pet insieme a uno dei cani coinvolti nella co-terapia

«A febbraio abbiamo organizzato al cine-teatro Astra di Castelfidardo uno spettacolo benefico dal titolo Ciao sono Evan per raccogliere fondi a sostegno della pet therapy domiciliare per il reparto di oncologia pediatrica del Salesi – spiega la dottoressa Rosalba Franco, presidente di Ciboliberatutti, associazione italiana per la prevenzione dell’obesità infantile e socia del Lions Club Castelfidardo e Riviera del Conero –. Il progetto della compagnia Stella di Porto Potenza, supportato dalla Fondazione Carilo, è stato realizzato grazie anche alla collaborazione dell’Amministrazione comunale e della Pro Loco di Castelfidardo, con la collaborazione del Lions Club di Castelfidardo, Osimo, Senigallia, Host Ancona e Colle Guasco».

«È stato presentato a oltre 450 studenti dell’Istituto Laeng Meucci di Castelfidardo e dell’Istituto Einstein Nebbia di Loreto, oltre che al territorio, con una replica serale con cui si sono donati oltre 3mila euro. Vogliamo accompagnare i bambini oncologici nel percorso di malattia e alleggerire le terapie che hanno un impatto fisico e mentale sulla loro vita».

Il dottor Vincenzo Firetto, officer del Distretto 108A e coordinatore distrettuale del service Oncologia Pediatrica, referente per l’oncologia pediatria, sottolinea l’impegno dei Lions Club a favore dei bambini affetti da tumore.

«È importante per i bambini oncologici continuare la pet therapy anche a domicilio, una volta dimessi dall’ospedale. Il nostro impegno va proprio in questa direzione, nel permettere anche a quelli che provengono da famiglie con difficoltà economiche di poter beneficiare di questa coterapia, non contemplata dal Sistema sanitario nazionale. Vogliamo sensibilizzare le Istituzioni affinché si comprenda l’importanza della pet therapy, che viene impiegata con grande beneficio non solo sui bambini, ma anche sulle persone anziane».

© riproduzione riservata

Continua a leggere
Lascia un commento
0 0 voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

News

0
Would love your thoughts, please comment.x