Segui QdM Notizie
https://www.qdmnotizie.it/wp-content/uploads/2024/06/skin-bannerok-.jpg

Attualità

Sassoferrato “La vedova allegra” apre la stagione del teatro del Sentino

Previsti nel cartellone 5 spettacoli, protagonisti Cesare Bocci, Tosca D’Aquino, Giampiero Ingrassia, Enzo Iacchetti, Vittoria Belvedere e molti altri ancora

di Redazione

Sassoferrato, 17 dicembre 2022 – La stagione di prosa 2022/23 del Teatro del Sentino si apre alle 21 con il capolavoro del compositore Franz Lehár: “La vedova allegra”.

A distanza di oltre un secolo daI suo debutto al Theater An der Wien di Vienna, la romantica vicenda, ambientata nella Parigi dei primi anni del Novecento, continua ad ammaliare il pubblico con la sua leggerezza, gli equivoci esilaranti e le tematiche sempre attuali legate all’amore, al denaro e al potere.

Nella circostanza la creazione di Lehár viene fatta rivivere attraverso un’originale rivisitazione di Mariella Guarnera che propone una nuova ed esclusiva versione mantenendo l’eleganza della tradizione classica. Figure centrali dell’operetta sono Annalena Lombardi, nelle vesti della fascinosa Hanna Glawari, e Piero Guarnera, che interpreta il conte Danilo Danilowitsch. La regia porta la firma di Edoardo Guarnera, grande tenore e artista versatile, recentemente scomparso, al quale è dedicato lo spettacolo per onorarne la memoria.


Mariella Guarnera, come mezzosoprano, vanta una trentennale attività artistica che l’ha vista presente nelle stagioni dei più importanti teatri nazionali e internazionali, collezionando prestigiose collaborazioni artistiche come, ad esempio, quelle con Franco Zeffirelli, Andrea Bocelli, Josè Carreras, solo per citarne alcune. La protagonista femminile, Annalena Lombardi, appunto, è artista versatile e di talento: attrice, cantante, soprano, soubrette.

Debutta giovanissima e in poco tempo diviene prima donna della compagnia del “Re” dell’operetta, Sandro Massimini, dando vita così ad una sequenza di collaborazioni con artisti del livello di Saverio Marconi (A qualcuno piace caldo, per la regia di Gino Landi) e Lando Buzzanca (ne La Vedova allegra), solo per ricordare alcuni dei suoi successi.

Prestigiosa anche la carriera di Piero Guarnera, baritono, che ha alle spalle una lunga e brillante carriera che lo ha visto esibirsi costantemente in prestigiosi teatri d’opera italiani ed esteri: dalla Scala di Milano al Teatro dell’opera di Roma, dall’Opera di Vienna al Covent Garden di Londra.  

Particolarmente suggestivo l’allestimento grazie alle coreografie di Eleonora Pedini e Michela Pavese. Splendide le scene, così come i costumi originali del Museo Massimini.

©riproduzione riservata

News