Segui QdM Notizie

Eventi

Serra S. Quirico “Alice nel Paese delle Meraviglie” per il Teatro Scuola Educazione ’25 

Sarà il personaggio della prossima rassegna nazionale e delle attività del Teatro Giovani Teatro Pirata per il periodo 2024-2025

Serra San Quirico – Sarà Alice nel Paese delle Meraviglie, il personaggio immaginario inventato da Lewis Carroll, nel romanzo del 1865, a guidare l’edizione 2025 della  Rassegna mazionale teatro scuola educazione e tutte le attività annuali del Teatro Giovani Teatro Pirata.

Ad annunciare la novità, e il passaggio di testimone dai personaggi guida 2024, Carlo Urbani e Gino Strada, è stato il presidente Fabrizio Giuliani al termine della giornata finale della 39ª rassegna nazionale che si è tenuta il 4 maggio scorso al teatro palestra..

Il tema che studenti, operatori e artisti affronteranno sarà quello delle avventure della bambina Alice in un mondo alla rovescia, dove razionalità e immaginazione si scontrano in quello che è il cammino verso l’età adulta.

Insieme all’annuncio del prossimo personaggio guida, la giornata finale della rassegna ha assegnato i diversi riconoscimenti alle scuole che hanno partecipato all’edizione 2024. Come da tradizione, la manifestazione non dà premi, ma segnala percorsi teatrali significativi dal punto di vista didattico-pedagogico.

Il Biglietto del buon ritorno che ammette di diritto alla Rassegna Nazionale 2025 per vedere l’evoluzione del lavoro della scuola nell’ambito del Teatro Educazione, è stato assegnato all’Iis “Gobetti Marchesini” di Casale Arduino (To) per gli spettacoli “Così vanno i morti al mio paese. La storia di Peppino Impastato”

La Segnalazione scuola media è andata alla “Leonardo Da Vinci” di Ronchi dei Legionari (Go) per lo spettacolo “Blu”, e la Segnalazione scuola superiore è andata all’Iis “Fabio Besta” di Milano per gli spettacoli “Deja Vu” e “Belvedere”.

L’Officina Italia 2025 che consentirà ad alcune scuole di tornare il prossimo anno per lavorare insieme, è stata data all’Iiss “Carlo Urbani” di Porto Sant’Elpidio (Fermo), all’Iis “Galileo Galilei” di Jesi, e al Tos (Teatro oltre la scuola) di Capezzano Pianore (Lu).

Per il presidente del Teatro Giovani Teatro Pirata, Fabrizio Giuliani, che ha firmato la direzione artistica della manifestazione insieme ad Arianna Baldini Miriana Resconi, «il ruolo della rassegna è l’incontro, il confronto, lo scambio di esperienze di teatro scuola e teatro educazione».

«Fare, vedere e riflettere sul teatro. Obiettivi, ancora una volta raggiunti grazie alla meglio gioventù che si è data appuntamento a Serra San Quirico dal 26 aprile al 4 maggio. Da qui è salita una voce potente, accorata, verso il mondo degli adulti: «fateci costruire il nostro futuro attraverso il gioco e la gioia, attraverso l’impegno e la libertà. Europa, ambiente, identità, diversità, legalità, amore sono gli argomenti trattati con uno strumento potente, profondo, impegnativo come sa essere il teatro quando insegnanti e operatori teatrali, in partnership, sanno utilizzarlo in modo appropriato, dove percorso e processo hanno come obiettivo quello di crescere nella bellezza che ci salverà».

«Le difficoltà economiche e burocratiche aumentano, il clima generale è peggiorato – ha sottolineato Fabrizio Giuliani – nonostante il raggiungimento di obiettivi importanti per molto tempo perseguiti. Era il 2016, con la Buona Scuola, il Teatro entrava definitivamente a far parte dell’offerta didattica delle scuole italiane di ogni ordine e grado ottenendo piena cittadinanza nel bagaglio formativo degli studenti. Credevamo, speravamo in un cambio di paradigma, ci siamo illusi dimenticando la grande lezione dell’educazione bisogna sempre ricominciare da capo, ma non ci abbandoneremo alla delusione, abbiamo combattuto per 39 anni e lo faremo ancora, al fianco dei tanti, docenti e operatori, che non mollano. Lo faremo avendo al fianco i personaggi guida che ci hanno ispirato in tante occasioni della rassegna: Maria Montessori, Don Chisciotte, Alberto Manzi, Peter Pan, Mozart, Paperino, Mario Lodi, Mary Poppins, Gianni Rodari, Leopardi, Gino Strada e Carlo Urbani, e da domani Alice».

© riproduzione riservata

Continua a leggere
Lascia un commento
0 0 voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

News

0
Would love your thoughts, please comment.x