Segui QdM Notizie

Basket

Basket Coach Niccolai carica i suoi: «Abbiamo ancora ampi margini di miglioramento»

Per Fabriano palla a due in trasferta questa sera, alle 18

Fabriano – Tutto pronto tra le fila biancoblu per una nuova sfida. Alle 18 di questo pomeriggio i ragazzi di Coach Niccolai affronteranno Faenza.

Quella di questo pomeriggio sarà la prima di due partite in tre giorni in trasferta, ennesima occasione per proseguire la striscia vincente.

Coach Niccolai, attraverso i social della squadra, carica l’ambiente analizzando il momento della Ristopro.

«È stato un mese molto proficuo, in cui abbiamo lavorato su diverse cose nuove in attacco e in difesa, riuscendo allo stesso tempo a portare anche a casa cinque vittorie, che non erano affatto scontate. Ci siamo allontanati dalla pericolosissima zona play out e questo deve rimanere il nostro obiettivo prioritario. I ragazzi sono stati molto bravi ad assorbire in poco tempo carichi e concetti di lavoro diversi, profondendo uno sforzo importante. Abbiamo ancora ampi margini di miglioramento, soprattutto nella concentrazione e nell’attenzione ai dettagli tecnico/tattici che possono fare la differenza».

«Con più tempo a disposizione per ottimizzare certi meccanismi difensivi, dovremo riuscire ad alzare il livello, perché il calendario ci mette davanti partite molto impegnative a partire dalle prossime tre, in otto giorni, contro Faenza, Virtus Imola e Ravenna. Faenza è una squadra costruita per il salto di categoria, che si è ulteriormente rinforzata con giocatori di livello superiore come Poletti e Begarin».

«Affronteremo una formazione molto fisica e di grande talento, che davanti al proprio pubblico vorrà riscattare la sconfitta di Lumezzane per continuare a risalire in classifica. Sarà una partita dall’altissimo coefficiente di difficoltà da affrontare mettendo in campo l’identità di gioco che abbiamo costruito in questo mese per provare ad essere competitivi e giocarcela fino in fondo».

«I ragazzi stanno bene, hanno fatto una settimana molto intensa con grande carica ed energia, con l’unica eccezione di Alberto Bedin, che dopo l’infortunio che lo ha fermato domenica scorsa ha lavorato a parte rientrando in gruppo solo nell’ultimo allenamento di rifinitura».

© riproduzione riservata

News