Segui QdM Notizie

Attualità

Castelbellino Centrale a biogas, si costituisce Comitato di salute pubblica

Gli odori molesti tornano a suscitare malcontento, impianto situato a ridosso del fiume Esino tra le frazioni di Scorcelletti e Pantiere

biogas scorcelletti castelbellino

Castelbellino – Il problema degli odori molesti torna a farsi vivo e così anche i residenti che insistono intorno alla centrale a biogas tornano a farsi sentire.

«Oltre 100, residenti nelle frazioni di Pantiere, Scorcelletti e Castelbellino – si sottolinea in una nota -, nei prossimi giorni daranno vita a un comitato di salute pubblica per le problematiche relative alla centrale a biomasse posta proprio a ridosso del fiume Esino tra le frazioni di Scorcelletti e Pantiere».

«La centrale in questione, posta in una zona di interesse naturalistico, la cosiddetta Via dei Tesori, da diversi anni crea problematiche ai residenti delle frazioni interessate a causa delle emissioni odorigene soprattutto avvertite nel periodo estivo».


«La costruzione della Centrale a biogas, ha visto un iter molto travagliato tra ricorsi vari e contrapposizioni tra Amministrazione locale e proprietà. Da notizie apparse sulla stampa in questi ultimi periodi, sembrerebbe che a seguito di controlli effettuati dalle autorità competenti siano state emanate alcune prescrizioni che dovrebbero evitare le emissioni avvertite dalla popolazione».

«Data la gravità della situazione il gruppo di cittadini si costituirà in comitato, tutelati dall’Avvocato Paolo Campanati del foro di Ancona, al fine di intraprendere ogni iniziativa tesa a tutelare la loro salute».

L’Arpam nelle settimane scorse era intervenuta e i Carabinieri Forestalu avevano effettuato un sopralluogo anche su sollecitazione dell’Amministrazione comunale.

© riproduzione riservata

News