Connect with us

Eventi & Cultura

CINGOLI / “MArCHESTORIE” con la leggenda della tessitrice e del serpente

Dal 3 al 5 settembre la città rivivrà una delle sue più famose storie locali grazie allo spettacolo all’Hortus e altre attività a tema

CINGOLI, 1 settembre 2021 – Anche Cingoli partecipa alla prima edizione del festival regionale “MArCHESTORIE – Racconti & tradizioni dai borghi in festa”. Nel prossimo fine settimana dal 3 al 5 settembre, infatti, il territorio cingolano ospiterà la manifestazione itinerante promossa dall’assessorato alla cultura della Regione Marche, alla quale l’Amministrazione comunale ha aderito con uno specifico bando. 

Sul “Balcone” ci sarà il racconto della leggenda “La tessitrice ed il serpente”, con lo spettacolo omonimo della compagnia “Neverland di Fano all’Hortus della Biblioteca, rappresentato sei volte nel corso dei tre giorni, ed altre attività collaterali, organizzati dal Comune, dalle realtà culturali e ricettive cingolane e dall’agenzia “Isolani Spettacoli”.

La conferenza stampa di presentazione

Ieri, martedì 31 agosto, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’evento presso la sala “Verdi” del Palazzo Municipale. Erano presenti il sindaco Michele Vittori, le assessore Martina Coppari (cultura) e Cristiana Nardi (turismo e spettacoli), il direttore degli istituti culturali cingolani Luca Pernici, il presidente della Pro Loco Cingoli Adamo Gentilini Raffioni e Valentina Sbriccoli in rappresentanza di “Isolani Spettacoli”.

Il sindaco Vittori nel corso della conferenza stampa

Il primo cittadino ha moderato l’incontro dimostrando grande entusiasmo. 

«”MArCHESTORIE” – ha spiegato – è un progetto che sta coinvolgendo diversi Comuni delle Marche, in particolare tantissimi borghi storici, tra cui anche la nostra Cingoli. Si tratta di un evento fortemente voluto dall’Amministrazione regionale e sostenuto dall’assessorato regionale alla cultura, che ringrazio, perché ha così originato energia positiva nel settore dello spettacolo e nell’ambito culturale in un’accezione molto più ampia dell’ordine. Lo ritengo un valido intervento ai fini della ripresa di tutto ciò che gira attorno alla cultura e agli spettacoli, in un settore che ha subito tanti aspetti negativi della pandemia. Come Sindaco ci tengo a ringraziare tutti gli organizzatori e i personaggi coinvolti nel festival».

«In particolare – ha aggiunto – ringrazio ancora la Regione Marche, nelle persone del presidente Acquaroli e dell’assessore Giorgia Latini, per l’organizzazione e il sostegno a questa bell’iniziativa che mette in rete i molti borghi marchigiani, con le loro peculiarità e bellezze naturalistiche e architettoniche. Dobbiamo essere promotori del nostro patrimonio e Cingoli ha colto quest’occasione con grande entusiasmo».

Lo spettacolo sulla leggenda della tessitrice e il serpente

L’evento ruoterà attorno allo spettacolo principale Cingoli, la tessitrice ed il serpente” presso l’Hortus della Biblioteca Ascariana venerdì 3, sabato 4, domenica 5 settembre in doppio appuntamento, alle 18.15alle 21.15, messo in scena dalla compagnia Neverland di Fano di Simona Paterniani

La sceneggiatura è ideata dalla scrittrice marchigiana Christina B. Assouad con l’apporto dello scrittore e storico cingolano Luca Pernici, direttore degli istituti comunali cingolani. 

«Quando è uscito il bando di “MArCHESTORIE” – ha spiegato Pernici, il quale ha seguito amministrativamente l’iter burocratico per l’aggiudicazione dell’evento – mi sono da subito confrontato con le assessore Coppari e Nardi perché Cingoli, oltre alle richezze storico-architettoniche, vanta un ricco patrimonio derivato dalle leggende. Tra i miti legati al nostro territorio, infatti, c’è quello de “La tessitrice ed il serpente”, che abbiamo scelto come rappresentativo della nostra prima partecipazione al festival. È una storia suggestiva ambientata nel Rio Lacque e nel Monte Acuto, a confine con il Comune di Treia, e racconta anche il legame importante con la sfera enogastronomica, come richiesto dal bando, ovvero con il serpe, dolce natalizio tipico del nostro territorio».

Da sinistra Vittori e Pernici

«Si tratta – ha aggiunto Valentina Sbriccoli, in rappresentanza di “Isolani Spettacoli” – di una sorta di musical che vedrà alternarsi danza, recitazione, musica, video e come chicca la “sand art” (sculture sulla sabbia, ndr) di Mauro Masi solo nello spettacolo serale. La storia vede la protagonista Sperandia che incontra il pittore Donatello Stefanucci e grazie a lui viene a conoscenza della leggenda della tessitrice e del serpente. La prima parte, “reale”, si svolgerà nella città di Cingoli in occasione della festa della patrona Santa Sperandia, che ricade proprio in questo fine settimana, mentre nella seconda ci sarà una realtà onirica del racconto della leggenda stessa, in una doppia tecnica narrativa».

Gli eventi collaterali

Oltre allo spettacolo sono stati organizzati eventi collaterali a tema. Nello specifico, venerdì 3 settembre alle 17.30 il gruppo Nati per Leggere Cingoli propone “C’erano una volta… il serpente e la tessitrice, letture ad alta voce presso il prato della Roccaccia sul Monte Acuto, al confine con il Comune di Treia, dedicate ai bambini e incentrate sui temi della leggenda, grazie anche al supporto degli illustratori Marco Ghergo, Francesca Pelagagge, Tiziana Toccafondo, Catia Gigli e Moira Stramazzotti, con il coordinamento di Luca Pernici.

Sabato 4 e domenica 5 settembre alle 16 presso via Mazzini, i ragazzi e i docenti dell’Istituto alberghiero Ipseoa “Varnelli” davanti alla sede principale della scuola propongono lo show-cooking “Il serpe – il dolce di Cingoli” dedicato al dolce tipico cingolano con approfondimenti sul legame tra la leggenda e il dessert.

Sempre sabato 4 sul Monte Acuto sono in programma due iniziative: la lezione di yoga “Meditando con la tessitrice” con l’istruttrice Claudia Gennaretti alle ore 16 e la passeggiata storico-naturalistica in notturna “Il profondo del cielo” tra il Monte Sant’Angelo e il Monte Acuto, con una descrizione del cielo a cura dell’astrofilo Elia Ceci, organizzate entrambe da Travelearn come il resto delle restanti escursioni a piedi.

Domenica 5 settembre, infine, alle ore 9 al Monte Acuto ci sarà un’altra passeggiata storico-naturalistica con guida, dal titolo “A spasso sul luogo della leggenda”, tra i ruderi della Roccaccia e la Grotta di Santa Sperandia. Alle 16.30 ci si sposta nel centro storico di Cingoli con la passeggiata in bici elettrica “In e-bike inseguendo la leggenda a cura di Agostinelli E-bike nei luoghi della storia. Alle 17, infine, sempre il borgo “Balcone delle Marche” ospiterà la passeggiata con guida “Trekking e assaggi nel borgo della tessitrice nel centro storico, con degustazione di prodotti tipici.

«Gli eventi culturali ed enogastronomici collaterali – ha spiegato l’assessore alla cultura Martina Coppari – prevedono la partecipazione di tante realtà, sinergie e collaborazioni importanti. Il festival “MArCHESTORIE” ha come obbiettivo la promozione dei borghi, con l’intera città in festa per l’occasione. Abbiamo cercato di coinvolgere il più possibile le realtà che ci supportano da sempre, per raccontare questa leggenda in maniera trasversale».

Per tutti gli eventi c’è la fondamentale collaborazione della Pro Loco Cingoli. 

«Ringrazio – ha aggiunto – i ragazzi dell’associazione: siamo costretti ad attenerci ai protocolli covid per quanto riguarda spazi limitati e prenotazioni, per questo senza di loro non avremmo potuto organizzare da soli le iniziative in maniera così dettagliata. Per ogni evento, infatti, c’è un riferimento, un link al quale prenotare, proprio per riuscire a organizzare al meglio il festival. Stiamo dando la possibilità a tutti di venire a Cingoli e visitare il nostro borgo approfittando di questa occasione».

Una città intorno al “MArCHESTORIE

Da sinistra Cristiana Nardi, Valentina Sbriccoli, Martina Coppari, Luca Pernici e Michele Vittori

In tutti e tre i giorni di “MArCHESTORIE” a Cingoli, inoltre, le attività ricettive del Comune propongono occasioni a tema. Il serpe verrà offerto come degustazione negli esercizi commerciali e nelle botteghe dei produttori del territorio. Gli alberghi, gli agriturismi e i B&B cingolani proporranno pacchetti di soggiorno a tema nei tre giorni della rassegna. I bar, le enoteche, i pub e i ristoranti, infine, proporranno un menù a tema dedicato alla leggenda.

«Quando i cingolani si attivano – ha commentato l’assessore al turismo e spettacoli Cristiana Nardi – si trova sempre collaborazione e sinergia, sia con gli operatori del settore turistico che con associazioni e privati. Abbiamo pensato di coinvolgere il nostro territorio attraverso le attività commerciali, forni, agriturismi, hotel: si sono messi insieme, cercando di promuovere le nostre peculiarità nei loro prodotti enogastronomici tipici del territorioNon potrà mancare, ovviamente, il nostro serpe, dolce cingolano del periodo natalizio protagonista di questo festival. Nei siti web del Comune e di “MArCHESTORIE” si possono consultare le strutture ricettive aderenti. Insomma, a Cingoli ci aiutiamo a ritrovare quello che abbiamo di importante nel nostro territorio».

Informazioni utili

L’ingresso alla prima e alle repliche dello spettacolo principale, dalla durata di 45 minuti, è gratuito, con garanzia del posto senza assegnazione e su prenotazione obbligatoria tramite qr code nella brochure della manifestazione, nel sito della Regione o tramite la Pro Loco al sito dedicato (clicca qui). Il Green Pass è obbligatorio per poter assistere allo spettacolo. In caso di maltempo, la rappresentazione si terrà al Cinema Teatro Farnese.

Per ulteriori informazioni sull’evento principale e sullo show-cooking si può contattare il numero 0733 60 24 44 (Pro Loco Cingoli) o l’indirizzo e-mail info@prolococingoli.it; per le escursioni e la lezione di yoga a cura di Traverlearn ci si può informare e prenotare tramite Travelearn Marche (340 07 93 987 o samanthavenanzi@libero.it), mentre per quelle in E-bike bisogna rivolgersi ad Agostinelli E-Bike (agostinellibike@libero.it); per le letture sul Monte Acuto, infine, si possono richiedere informazioni al numero 0733 60 28 77 o attraverso la mail biblioteca@comune.cingoli.mc.it. Nei siti web del festival regionale (clicca qui) e del Comune (clicca qui) si possono trovare informazioni più dettagliate sul festival. La Bcc Banca di Filottrano sostiene l’iniziativa

«Ringrazio – ha concluso Valentina Sbriccoli – l’Amministrazione comunale per averci scelto in collaborazione per questo evento e Luca Pernici, il quale ci ha permesso di trovare il format giusto per lo spettacolo grazie all’enorme cultura e conoscenza del territorio di Cingoli interessato dalla leggenda. Vi aspettiamo numerosi».

(foto in primo piano: in alto da sinistra Martina Coppari, Michele Vittori, Cristiana Nardi; in basso da sinistra Valentina Sbriccoli, Adamo Gentilini Raffioni e Luca Pernici)

Giacomo Grasselli 

giacomo.grasselli@qdmnotizie.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche