Connect with us

Attualità

CUPRA MONTANA / Atti vandalici, ferma condanna del sindaco Giampieri

Oltre alla vetrina danneggiata dell’associazione Massa Actii sottratta anche l’insegna all’ingresso dei Musei in Grotta

CUPRA MONTANA, 2 gennaio 2022 – Dopo l’atto vandalico ai danni della vetrina della sede dell’associazione Massa Actii, editore di QdMNotizie nel mirino anche il Mig, Musei in Grotta, che nella notte dell’ultimo dell’anno, è stato privato dell’insegna dell’ingresso.

Non si è fatta attendere, comunque la reazione del sindaco Enrico Giampieri che ha affidato ai social il suo dissenso e la sua ferma condanna.

«L’Amministrazione comunale esprime il suo sdegno e la sua disapprovazione nei confronti della mancanza del rispetto dei beni comuni, dell’informazione e della cultura. Il grave gesto, da condannare, nei confronti della sede della redazione di QdM, si aggiunge ad altri atti vandalici che stanno colpendo il nostro paese.i

Enrico Giampieri

«Il Mig è stato privato dell’ultima insegna, appesa al muro, che ne indicava l’ingresso; alcune settimane fa si è verificato il primo gesto incivile nei confronti del museo, a cui è stata sottratta l’insegna degli orari di apertura. Ci affidiamo al senso di responsabilità di ciascuno, nel segnalare eventuali atti di inciviltà e all’azione quotidiana di controllo delle forze dell’ordine».

Anche l’Assessore ai lavori pubblici, Andrea Nocchi ha condannato con forza l’atto vandalico.

Andrea Nocchi

:«In questo mio primo commento dell’anno 2022, devo, purtroppo, rilevare gli atti vandalici compiuti in queste nottate da imprecisati soggetti ai danni tanto della redazione del giornale QdM che del Mig. Condanno con forza tali atti, certo che i Carabinieri di Cupramontana saranno in grado di individuare gli autori, con la speranza che la giustizia faccia il suo corso. Non possono esservi giustificazioni per tali atti».

Quello che viene a mancare, è sicuramente il senso civico, il rispetto dei beni comuni, che non si limita solo a questi atti vandalici, ma anche alla quotidiana inciviltà.

«In piazzetta la fontana sembra un porcile dentro, per non parlare di bottigliette, vassoi, cartacce lì intorno…L’idea delle telecamere non sarebbe male affatto..», si legge fra i commenti. Sono in molti a chiederne l’installazione per ovviare a questi episodi.

Andrea Nocchi, in qualità di assessore ai lavori pubblici, fa sapere che l’Amministrazione comunale ha partecipato ad un bando ministeriale di 100mila euro per l’installazione di apparecchiature per il controllo del territorio

(Redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche

Condividi