Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / DOPO IL LUTTO PER LA TRAGEDIA DI CORINALDO, L’ACCENSIONE DELL’ALBERO

Albero acceso nel tardo pomeriggio

 

L’albero di Natale di Fabriano spento

FABRIANO, 9 dicembre 2018 – Si accende il Natale a Fabriano dopo l’annullamento di ieri a seguito degli eventi tragici di Corinaldo, che hanno portato alla morte di 5 giovanissimi ed una madre presente all’interno della Lanterna Azzurra.

Annullamento che è arrivato dopo una prima decisione di “spegnere la musica” in segno di rispetto, trasformata nella decisione di cancellare tutto dopo l’annuncio che uno dei ragazzi deceduti studiava in un istituto fabrianese.

Un minuto di silenzio

Prima dell’accensione delle 18.30 circa, l’invito nella tarda mattinata del Sindaco Santarelli a partecipare in piazza all’accensione dell’albero di Natale, anticipato da un minuto di raccoglimento. “Per dimostrare la vicinanza di tutta la nostra comunità”. Raccoglimento anche nei confronti delle famiglie e dei ragazzi ancora in gravi condizioni.

L’albero si accende

6 casette (5 dedicate al food ed una all’artigianato), 12 espositori posizionati all’interno del loggiato San Francesco e la pista di ghiaccio sintetico al centro di tutto: questo il colpo d’occhio con l’albero acceso.

Al secondo villaggio di Babbo Natale si va ad aggiungere un denso programma di eventi, che si concluderanno il prossimo 6 dicembre con la calata delle befane volanti del CAI dalla torre civica.

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.