Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO/ Le infiorate riportano il profumo di festa

L’opera dei mastri infioratori per cercare di “colorare” il 2020 di normalità

 

FABRIANO, 11 dicembre 2020 – Bellissime le infiorate realizzate dagli infioratori di Porta del Piano e di Porta del Borgo nelle rispettive sedi, un “tocco di normalità” in questo periodo che rende le feste natalizie diverse dal solito. 

Realizzata in verticale, quella di Porta del Borgo rappresenta San Nicolò ed è stata donata alla omonima parrocchia in occasione della festività che si celebra il 6 dicembre, cara a tutti i borghigiani. 

«L’inizio non è stato semplice, per la particolarità di realizzarla in verticale, però alla fine la sfida è stata vinta ed è stata una grande soddisfazione spiega Mihaela Valimareanu, responsabile Infiorata Porta del Borgo è bello cercare di rendere attiva la Porta del Borgo nonostante il periodo che si sta vivendo»

Per quanto riguarda Porta del Piano, sono state realizzate due infiorate: una esposta nella chiesa di San Giuseppe Lavoratore, che rappresenta la Natività di Gentile da Fabriano, donata a Don Tonino Lasconi per l’accoglienza data alla Porta nelle attività che svolge; l’altra realizzata come da tradizione nella sede di Unitalsi, la chiesa di San Giovanni Maggiore. 

«Quest’anno la raffigurazione realizzata presso la sede Unitalsi rappresenta un’opera presente all’interno della chiesa stessa, il meraviglioso affresco dell’artista Domiziano Domiziani – dice Elisa Mariani, responsabile Infiorata Porta del Piano – mentre per quella a San Giuseppe lavoratore è a tema più natalizio, anche se stiamo preparando una sorpresa per fare i nostri auguri alla cittadinanza fabrianese».

Voglia quindi di contribuire a rendere queste feste un po’ meno pesanti attraverso l’omaggio di queste infiorate delle due porte, per poter dare il proprio augurio alla cittadinanza, visto il periodo drammatico che si sta vivendo. 

Sara Marinucci

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi