Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / “TUTELA DELLA SANITÀ DEL TERRITORIO MONTANO”: LE MOSSE DI GIOMBI

Convocato un consiglio comunale straordinario sulla sanità montana

Andrea Giombi, consigliere comunale a FabrianoFABRIANO, 6 giugno 2018La tutela dell’ospedale “Profili” continua a rimanere al centro della discussione politica cittadina. La “non sospensione” del servizio di Pediatria del nosocomio cittadino (fino al 15 giugno) non ha allentato le preoccupazione dei cittadini.

Le politica si muove

Andrea Giombi, consigliere comunale di Fabriano Progressista, ritorna sul tema e ribadisce la necessità di attivare una strada affinché si possa canalizzare la protesta in “Proposte deliberative nelle sedi istituzionali appropriate”.

“Il Sindaco sa che avevo convocato d’urgenza la Commissione Affari Istituzionali per cercare di iniziare a raggiungere un percorso comune e condiviso fra le varie forze politiche rappresentate in Consiglio Comunale – osserva –  così formulare una proposta di indirizzo politico nella stesura del prossimo piano sanitario regionale”. Ecco quindi la necessità, secondo Giombi, di dare mandato al Sindaco per cercare di incidere nella formulazione del nuovo piano sanitario regionale.

“Fermarsi alla sola protesta, giusta ed importante per richiamare il problema alla sua gravità – prosegue il Consigliere – e di questo ringrazio il Comitato in difesa del punto nascita ed il mio ex Capogruppo,  senza proposte deliberative nelle sedi istituzionali significa essere meno incisivi e non riuscire ad ottenere quanto spetta al nostro territorio montano”.

Obbiettivo: Area vasta montana

Una sottile vena polemica però quando Giombi osserva che la strada scelta dal primo cittadino non è stata quella da lui auspicata: quella del Consiglio Comunale d’urgenza sulle criticità sanità fabrianese. “Nonostante tutto però offro la mia disponibilità per cercare di trovare una posizione condivisa politica, che veda un’altra collocazione della nostra città e del suo territorio montano al di fuori dei confini attuali della nostra attuale Area Vasta n.2, e che veda il nostro ospedale come l’ospedale capofila della nostra nuova Area Vasta Montana. Venga dato questo mandato al Sindaco per difendere un territorio nella sinergia tra medicina ospedaliera e medicina territoriale”.

Una ridefinizione delle aree vaste quindi per Giombi, prioritario obbiettivo da ottenere. Altri punti centrali quelli del potenziamento dell’assistenza infermieristica domiciliare più personale e più mezzi a disposizione, un territorio senza carenze di professionisti e reparti e servizi con un numero adeguato di specialisti al loro interno.

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.