Segui QdM Notizie

Attualità

JESI ADOZIONI CANI E GATTI: «L’AMORE NON BASTA» (video e foto)

Una giornata di sensibilizzazione al canile-gattile di via Zanibelli promossa dalla consigliera comunale Silvia Gregori

JESI, 9 novembre 2019 – L’interesse per gli animali in canile o maltrattati va avanti da anni per Silvia Gregori, consigliera comunale (foto in evidenza con Fabrizio Vidale, presidente de I miei amici animali, ed Elisa Santini, volontaria dell’associazione).

La sua collaborazione con il canile di via Zanibelli di Jesi e Moie è volta a sensibilizzare alle adozioni consapevoli degli amici a quattro zampe, siano essi cani o gatti.

La piaga degli abbandoni è ancora lungi dall’essere debellata, così come la consumistica prassi delle restituzioni degli animali adottati o peggio acquistati a causa delle iniziali difficoltà di gestione.

«Tutto questo – spiega la Gregori – è altamente diseducativo per i bambini e sintomo di mancanza di cultura del rispetto dell’ambiente e degli esseri viventi».

In arrivo progetti patrocinati dal Comune di Jesi, che la Consigliera elogia per la sensibilità a queste tematiche e all’interesse nei confronti di una sana e civile convivenza tra padroni, cani e altri cittadini.

«La nostra associazione – sottolinea il presidente Fabrizio Vidale – ha in convenzione i cani di 34 Comuni e per noi il canile è un punto di partenza. Ogni anno riusciamo a dare in adozione qualcosa come 120 cani, cercando ai applicare sempre il nostro protocollo: accompagnare le famiglie che adottano un cane in un percorso che, poi, significherà la loro vita».

Elisa Santini ha parlato dell’impegno del volontariato al canile-gattile: «Chi voglia diventare volontario dovrà seguire tre incontri gratuiti, due pratici e uno teorico, che renderanno la persona più consapevole dei compiti che la aspettano e della continuità che dovrà garantire. Faremo quindi in modo che gli aspiranti volontari non siano all’asciutto di nozioni di base sull’osservazione del cane, sulle attività da proporre anche in base all’età e alla razza dell’animale. Dopo queste lezioni si potrà scegliere se tesserarsi o meno, pagando una quota minima che a noi del canile serve soltanto per pagare l’assicurazione».

«Non siamo più nell’era dell’animalismo che si basa sul solo amore. L’amore è importante ma non basta, si deve sapere cosa si sta facendo».

Come nel volontariato, così nell’adozione.

Elisa Ortolani

©RIPRODUZIONE RISERVATA

News