Segui QdM Notizie

Cronaca

JESI Ex filanda Girolimini, la riqualificazione si è arenata

Lo stato di degrado in cui versa il cantiere, fermo come quello vicino della scuola “Martiri”, provoca scoramento: «Qui non si è mosso più niente», dicono preoccupati i residenti

JESI, 18 febbraio 2021 – C’è preoccupazione tra i residenti di via Roma e via Asiago per le sorti dell’ex filanda Girolimini. Il piano di recupero risale al 2017: dalla presentazione all’avvio dei lavori era passato diverso tempo, poi c’erano stati i primi interventi ma adesso il progetto di recupero sembra essersi arenato.

La parte dell’immobile che affaccia sul camminamento

In quest’area, secondo i piani, sarebbero dovuti sorgere una cinquantina di appartamenti che avrebbero riqualificato la zona, fortemente degradata, posta tra via Asiago e il camminamento pedonale che parte da via Roma. E’ proprio qui che due residenti a passeggio spiegano: «Quando sono stati annunciati gli interventi confidavamo in una riqualificazione per tutto il quartiere – raccontano due donne –. Siamo però molto delusi perché qui non è cambiato niente, anzi l’area è maggiormente degradata visto il vicino cantiere della scuola Martiri dove, a quanto pare, ci sono state delle infiltrazioni di benzina dal distributore che fino a poco tempo fa affacciava su viale Gallodoro».

I residenti di questa parte della città denunciano la situazione di degrado e incuria in cui versa questo cantiere e l’altro, quello vicinissimo, della scuola Martiri della Libertà che però, si spera, dovrebbe ripartire al più presto.

La scorsa estate alcuni residenti avevano chiamato in Comune per avere notizie sul proseguimento dei lavori alla ex filanda.

«Gli immobili si stanno rovinando sia dentro che fuori perché gli infissi non ci sono. Noi qui è da un po’ che non vediamo operai al lavoro».

La concessione edilizia risale all’aprile del 2018, riporta il cartello davanti all’ingresso del cantiere, il termine dei lavori era per il maggio del 2020. Una situazione cui ha sempre prestato attenzione il consigliere comunale Lorenzo Fiordelmondo, Partito Democratico, che aveva portato la questione all’attenzione del Consiglio comunale nel 2018 evidenziando le condizioni igienico sanitarie in cui versava questa zona e l’area che affaccia sul campo Mosconi.

Eleonora Dottori

©RIPRODUZIONE RISERVATA

News