Segui QdM Notizie

Eventi

Jesi Fattoria dei Sogni: ripartono i corsi di arteterapia

Luogo didattico inclusivo nato dal progetto di Selena Abatelli con l’obiettivo di creare uno spazio in cui i disabili possano dedicarsi ad attività terapeutiche nella natura e grazie al contatto con gli animali

di Tiziana Fenucci

Jesi, 27 settembre 2022 – «Questa è la seconda edizione del corso di arteterapia, nell’ambito del progetto Regalami un sorriso, che lo scorso anno ci ha dato grandi soddisfazioni – racconta Selena Abatelli – e ha reso i ragazzi protagonisti dell’iniziativa di Cesenatico: Trofeo Artista dell’anno 2022, in diretta streaming mondiale, a cui hanno partecipato ottenendo premi finali e la pubblicazione dei loro disegni sul volume edito a coronamento dell’evento, insieme alle opere di altri 200 artisti».

Il corso di arte terapia, in partenza ad ottobre, sarà tenuto dall‘insegnante Francesco Montonieri e prevede l’impegno di due domeniche al mese nelle attività pittoriche e artistiche, finalizzate sia alla realizzazione delle opere da presentare al Trofeo di Cesenatico, ma anche alla creazione di manufatti solidali per una raccolta fondi, che permetta di acquistare materiali per le attività della fattoria.

«Abbiamo in mente tanti progetti e attività da realizzare – spiega Selena, sostenuta dalla mamma Maria Regina Barchiesi e da Franca Ponzetti – ma ci servono fondi da investire in alcuni lavori di manutenzione e miglioramento della fattoria, nell’ottica di ospitare nuovi animali e rendere più fruibili gli spazi ai ragazzi che vengono a trovarci».

Di solito le attività che coinvolgono i ragazzi riguardano la cura dell’orto e l’accudimento degli animali, attività che li aiutano a sviluppare l’empatia e il contatto con la natura ma anche le capacità motorie.

Partecipano inoltre ad attività di gioco, canto, disegno, che li stimolano alla socializzazione e all’autonomia.

«I tre più assidui frequentatori della fattoria – ha detto Selena – sono proprio Daniele, Simone e Cristopher, i tre ragazzi che da poco hanno inaugurato la Casa dei sogni, in via del Verziere l’appartamento in cui possono vivere in autonomia». 

«Oltre a loro ci sono ospiti ormai fissi, altri ragazzi disabili che si alternano nel corso dell’anno, a cui si aggiungono i bambini della casa famiglia e i ragazzi dei progetti Oikos. Il tutto si racchiude in una grande famiglia inclusiva, proprio come lo sono i nostri amici animali che in fattoria vivono tutti nello stesso recinto e ci danno ogni giorno un esempio di vera inclusione».

Tra i progetti in programma e che si stanno delineando, sono previsti l’uscita di un video sulla fattoria realizzato dai ragazzi con la collaborazione alla regia di Luca Scota di Strani Rumori Multimedia, e che promette di veicolare un messaggio forte e la promozione nelle scuole del libro Favola di Lola e Peppina, sul bullismo, che racconta una storia vera nata tra gli animali della fattoria, scritto dall’insegnante Paola Gerini della scuola di Val Fornace, con i disegni degli alunni. 

«Non ultimo – ci racconta Selena – c’è il progetto di portare il modello della nostra fattoria inclusiva in giro per il mondo, attraverso l’arte e le iniziative come quella di Regalami un sorriso, per fare in modo che realtà come la nostra si diffondano in altri Paesi e soprattutto si faccia campagna d sensibilizzazione per l’inclusione sia umana che animale».

©riproduzione riservata

News