Connect with us

Attualità

JESI / NOTTE DEL LES, SCOPRIRE UN LICEO MODERNO E TRASVERSALE

Venerdì 25 ottobre a Palazzo Pianetti e presso le sedi di Iis Galilei e del Classico

JESI, 23 ottobre 2019 – In arrivo la Notte Bianca dei Licei Economico SocialiLes – dopo l’incontro con il Lions Club di ieri.

La collaborazione tra Iis Galilei e Liceo Classico Vittorio Emanuele II culmina per il secondo anno in una festa, stavolta venerdì 25.

“SosteniAMO il bene comune” è il nome dell’evento che dalle 17 alle 19 sarà a Palazzo Pianetti per il convegno inaugurale per poi spostarsi fino alle 23 nelle sedi dei due licei.

Marisa Campanelli

«Tengo particolarmente a questa festa – afferma l’assessore alle Politiche Giovanili Marisa Campanelli – perché pur essendo il Les l’indirizzo più frequentato nella Vallesina resta ancora non abbastanza conosciuto. Eppure è una scuola estremamente moderna, dove si coltivano competenze trasversali e si integrano economico e umanistico, tradizionalmente considerati campi antitetici».

Luigi Frati e Floriano Tittarelli

«In effetti si tratta di una scuola relativamente nuova, nata nel 2010 – ricorda il nuovo dirigente del Classico Floriano Tittarelli -. Abbiamo iniziato a collaborare con il Comune già con Volontarja».

Luigi Frati, anche lui neo-dirigente al Galilei, ha sottolineato l’importanza della collaborazione fra i due istituti.

È la docente del Vittorio Emanuele II Rosella Bartolini a commentare il titolo della festa: «Sottinteso è il messaggio di don Milani, “I care”, l’opposto del motto fascista del “me ne frego”. Anche per questo abbiamo partecipato a Volontarja, perché è giusto trasmettere il valore dell’avere a cuore».

Rosella Bartolini e Maria Cristina Casoni

«Il nostro è un lavoro realmente corale – continua -, polifonico. Parleremo di letteratura e lingue straniere, ci opporremo  agli stereotipi che vogliono l’economia solo scientifica e non anche psicologica. Abbiamo svolto esperienze laboratoriali per favorire il superamento delle differenze e guarderemo all’Ue.

Venerdì si parlerà di banca etica, espressione considerata ossimorica, per far capire ai ragazzi che un’alternativa al modello liberista e capitalista c’è. Un’attenzione particolare va ai divari economici, sociali, culturali, di istruzione. Non è più possibile, oggi, lavarsene le mani.

«La nostra – conclude la docente del Galilei Maria Cristina Casoni – è un’agenzia educativa. Come un’iniziativa diffusa, aderiamo nel nostro piccolo al mese Edufin del Miur».

Elisa Ortolani

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.