Segui QdM Notizie

Cronaca

Jesi Rigenerazione urbana con il contributo di università italiane e straniere

Laboratorio itinerante da oggi a domenica per produrre nuovi e inediti approcci urbanistici in collaborazione con esperti locali, stakeholder, iniziative culturali, civiche e imprenditoriali

Jesi – La città protagonista della Summer School “Innovazione territoriale” nel nuovo programma Erasmus della Politecnica delle Marche – Dipartimento di costruzioni ingegneria civile e architettura.

L’iniziativa, che coinvolge anche docenti e studenti delle università di Palermo, Lubiana e Hannover, vedrà Jesi ospitare il laboratorio itinerante dal titolo “Verso Jesi 2050. Visioni per habitat urbani di transizione”. Il laboratorio – che si struttura attraverso workshop ed esposizioni in programma da oggi fino a lunedì prossimo  – si concentra principalmente sul tema delle città che tendono verso la neutralità climatica, l’inclusività e una nuova economia, con prospettive basate sull’innovazione culturale, verde e digitale, nonché su nuove forme di organizzazione degli spazi abitativi. 

Un laboratorio itinerante – che parte da un incontro propedeutico a Palazzo Pianetti, prosegue all’interno degli spazi dell’ex Banca Marche dove è in corso la mostra della Fondazione Gabriele Cardinaletti e si conclude alla Fondazione Colocci -, che collega le competenze dei vari partner con le molteplici sfide che si pongono nelle diverse situazioni urbane, producendo nuovi e inediti approcci urbanistici in collaborazione con esperti locali, stakeholder, iniziative culturali, civiche e imprenditoriali.

Un’occasione importante per sperimentare nuove forme di studio e condivisione dei temi della rigenerazione urbana con università italiane ed europee di livello tecnico specialistico particolarmente elevato nel settore della pianificazione urbana: aspetto questo che la Giunta ha inteso sottolineare nella delibera con la quale non solo sostiene l’iniziativa, ma la affianca mettendo a disposizione materiale e competenze, in un reciproco scambio di informazioni e stimoli.

Il materiale di analisi e di progetto sarà presentato nel corso di una conferenza internazionale “Vision for transitional urban habitat: verso la Jesi del 2050” aperta alla cittadinanza, in programma domenica 12 maggio alla Fondazione Colocci incentrata appunto sulla esposizione alla città del lavoro svolto, delle visioni di città immaginate ed esplorate dagli studenti, che vedrà la partecipazione del sindaco Lorenzo Fiordelmondo, dell’assessora all’urbanistica Valeria Melappioni e dei docenti delle università italiane ed europee coinvolte.

© riproduzione riservata

News