Segui QdM Notizie

Cronaca

Jesi Subito vandalizzata una panchina lilla dell’inclusione al PalaTriccoli

Divelta la targa che recava la scritta “Pensa che bello vivere senza odiare”, ma il capogruppo degli scout è sicuro: «Ci dà ancora più la consapevolezza che siamo sulla strada giusta»

Jesi – Sono durate sì e no mezza giornata le panchine lilla dell’inclusione al parco antistante il PalaTriccoli, prima di dover registrare un atto vandalico.

Inaugurate alla presenza dei gruppi scout jesini che le hanno realizzate e dall’assessora Emanuela Marguccio in rappresentanza del Comune nel pomeriggio di sabato, la notte seguente è stata staccata la placca presente su una di esse che riportava scrittoPensa che bello vivere senza odiare.

Evidentemente insopportabile quella frase per qualcuno, la cui mano ha divelto il cartello col favore della notte, dietro le cui tenebre si nascondono spesso le mani dei codardi.

Jesi Inaugurate al PalaTriccoli le panchine lilla dell’inclusività

«Purtroppo, evidentemente, non tutti riescono a cogliere la bellezza e l’autenticità dei valori in cui questi ragazzi credono – ha scritto Sergio Raffaeli capogruppo del Gruppo Scout Agesci Jesi1 – e che vogliono portare al di fuori del loro gruppo per coinvolgere la cittadinanza».

Un’amarezza che accomuna tutti i ragazzi che con tanto entusiasmo hanno lavorato per decorare le panchine.

«Forse i valori che anche lo scoutismo propone – continua Sergio Raffaeli -, a qualcuno possono dare fastidio, ma non per questo faremo un passo indietro, anzi, quello che è accaduto ci dà ancora più la consapevolezza che siamo sulla strada giusta».

© riproduzione riservata

News