Connect with us

Rubriche

L’ARTICOLO / Nuova segreteria regionale Pd: svolta o ennesima occasione persa?

Andreoli immobiliare 01-07-20

…E venne finalmente il giorno del disvelamento dei nomi per le candidature

Disvelamento ufficiale, non certo una sorpresa per gli addetti ai lavori: Antonio Mastrovincenzo non ha mai fatto mistero delle sue intenzioni di riformare l’irriformabile (il Pd marchigiano), da subito dopo le elezioni regionali. Tra le sue argomentazioni, anche l’ovvia necessità di superare una situazione paradossale: un Pd Marche di fatto commissariato, guidato da un segretario dimissionario (dimissionario da mesi….). Qualcuno (Maurizio Mangialardi) finge di cascare dal pero e si mostra stupito alla notizia, paventando il rischio di una candidatura, a suo dire, divisiva. Ovvio: “divisivo” è ciò che non ci aggrada…

Se guardiamo a nomi del passato recente, la segreteria regionale è stata delineata da profili e trascorsi indicativi dello stato di salute del Pd: da un Palmiro Ucchielli, segretario dopo il suo lungo corso da Senatore (con record di presenze, fra l’altro) e da presidente della Provincia di Pesaro-Urbino, a Francesco Comi, consigliere regionale per 10 anni, a Giovanni Gostoli, una carriera in ascesa tutta interna al Pd.

Oggi abbiamo due contendenti: l’ex presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo e l’ex sindaco di Force (Fm) Augusto Curti: per curriculum e non solo, uno si posiziona tra Ucchielli e Comi, l’altro più prossimo al profilo di Gostoli.

Se gli elettori si esprimeranno per invertire o proseguire la discesa, staremo a vedere.

Un terzo contendente dovrebbe sbucare come outsider dalle fila dei Giovani democratici (divisivo anche lui…?). Di tutto ciò avremo conferma il 20 novembre, alla presentazione delle liste.

Il duello (o triello…), al di là dei nomi è, però, tra riformatori e conservativi, tra incrollabili buonisti e inguaribili tafazzisti, tra progressisti e massimalisti, in un’inedita versione che dà vita a compagini di endorser apparentemente improbabili e male assortite.

Nell’uno e nell’altro gruppo di sostenitori ci sono nomi giovani, nomi antichi, nomi che tra i massimalisti non ce li vedresti nemmeno nel peggior incubo distopico e nomi che tra i progressisti ci stanno bene quanto i sandali sopra i calzini bianchi.

Sostenitori dei due contendenti a parte, dall’elezione del nuovo segretario regionale, il 19 dicembre, scaturirà l’intenzione del Popolo del Pd: se rimanere nell’ultradecennale schema che ha portato alle sconfitte cocenti in Regione e in molti Comuni chiave, un tempo roccaforti rosse, ultimo in ordine di tempo la Senigallia di Mangialardi, ma anche di territori chiave come Fabriano e soprattutto Jesi.

Jesi che oggi, a pochi mesi dalle amministrative, diventa strategica come non mai (e questo sarebbe materia di analisi approfondita).

Oppure questo Popolo del Pd deciderà di cambiare marcia, dando un segnale chiaro di una nuova visione, scavalcando la storica contrapposizione tra Pd pesarese (con i fedeli gregari di Ascoli e Fermo, e Macerata nel mezzo) e quello di Ancona. Contrapposizione tra nomi politicamente nuovi (sia chiaro: “nuovo” non vuol dire “mai visto prima e quindi totalmente inesperto”) e nomi che si riciclano dopo sonore debacle, pesanti responsabilità e certo non alfieri del merito, se non quello di essere signori delle tessere sempre meno numerose.

Sì, ci sono anche i programmi dei candidati, più o meno rivolti verso i grandi temi della solidarietà e del sociale, l’attenzione alle fasce fragili e al mondo del lavoro e dell’economia locale che cambiano rapidamente. Ma il timore è che la sfida del 19 dicembre si riduca ancora una volta non ai contenuti, ma alle rendite di posizione.

Rendite di cosa, poi, è da capire, visto il calo di potere sul territorio marchigiano per il Pd. Potere inteso in senso neutro: se non puoi (amministrare), non puoi cambiare, aggiustare ciò che non va e promuovere, sostenere ciò che va.

Se il nuovo segretario regionale Pd sarà espressione del vecchio modo di gestire il partito, questo appuntamento sarà l’ennesima occasione sprecata, se sarà il risultato di provare un diverso approccio, forse non sarà la Svolta (S maiuscola!), ma sarebbe forse un buon inizio.

Buono abbastanza…

(m.m.m.)

(foto in primo piano, Antonio Mastrovincenzo – a sx- e Maurizio Mangialardi)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Attualità1 ora fa

Falconara / Conduttura interrata per risolvere gli sversamenti

Il sindaco Stefania Signorini annuncia con soddisfazione che la Giunta ha scelto il progetto più efficace e meno impattante per...

Cronaca3 ore fa

Mergo / Passaggio a livello, divelta una sbarra

Cause ancora da accertare, sul posto i Carabinieri della Stazione di Moie e i tecnici di Rfi Mergo, 30 gennaio...

Opinioni4 ore fa

Jesi / TdM: pronto soccorso tra accessi impropri e barelle nei corridoi

Sopralluogo stamattina di Pasquale Liguori, coordinatore del Tribunale del Malato Jesi, 30 gennaio 2023 – Per chi ancora mettesse in...

Teatro Pergolesi Teatro Pergolesi
Eventi6 ore fa

Jesi / Dal “Piccolo” al “Pergolesi” un week end di grande teatro

Sabato in scena a San Giuseppe “O Dio mio”, domenica sul palcoscenico del Massimo jesino “Paradiso XXXIII” ha superbamente inaugurato...

Sport7 ore fa

Rugby Jesi ’70 / Contro Formigine pari acciuffato in extremis

Al “Latini” i Leoni raggiungono il quindici emiliano sul 17-17: «Ora la pausa, poi Siena e Imola come antipasto alla...

Alta Vallesina8 ore fa

Fabriano / Arteconi e Armezzani bocciano bilancio e operato giunta

I due consiglieri di minoranza di Fabriano Progressista puntano il dito contro il bilancio approvato martedì Fabriano, 30 gennaio 2023...

Cronaca8 ore fa

Jesi / Domani sospensione del servizio idrico, ecco le vie interessate

Per i lavori di manutenzione programmata da parte di Viva Servizi dalle 14 alle 18 circa Jesi, 30 gennaio 2023...

Alta Vallesina9 ore fa

Fabriano / Ciclista inseguito e morso da un pastore maremmano

La Polizia ha subito individuato il proprietario dei cani, che è stato segnalato per omessa custodia di animali di Redazione...

Cronaca12 ore fa

Jesi / Malore alla fermata del bus

Soccorso anziano in via Mura Occidentali da un’ambulanza della Croce Verde, si è seduto in attesa dei soccorsi di Redazione...

Cronaca15 ore fa

Jesi / Ripa Bianca: danneggiata la via di accesso ma c’è il progetto di recupero – VIDEO

La piena dell’Esino dello scorso fine settimana ha causato ancora criticità, un problema di erosione presente da tempo, lavori sulla...

Meteo Marche