Connect with us

Cingoli

LETTERE & OPINIONI / IL SINDACO VITTORI SCRIVE A CONTE E CERISCIOLI

Il primo cittadino di Cingoli punta il dito sulla ricostruzione post sisma, elencando cinque richieste. Necessario un tavolo di confronto con Regione e Confindustria al quale dovrebbe partecipare anche Anci

CINGOLI, 22 settembre 2019Il sindaco di Cingoli, Michele Vittori, scrive al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Presidente della Regione Luca Ceriscioli per porre all’attenzione alcune richieste in materia di ricostruzione post-terremoto. Conte, infatti, ha incontrato i sindaci del cratere lo scorso 13 settembre a Castelsantangelo sul Nera, così Vittori ha deciso di scrivere cinque richieste chiave al Governo.

“Si deve innanzitutto premettere che la ricostruzione materiale dei beni e degli edifici crollati o danneggiati dal terremoto, non possa prescindere dal rilancio del tessuto economico- sociale della regione Marche, la prima per economia da manifattura in Italia e la 3^ in Europa.Questa rete, composta da piccole e piccolissime imprese, ha subito un tracollo esiziale della sua capacità produttiva e occupazionale. E nonostante lo spirito reattivo che ha limitato grandemente gli effetti negativi, è necesario intervenire con tempestività.

Questa Amministrazione ritiene necessario aprire un tavolo di confronto immediato con Confindustria, i Sindaci e ANCI e il Presidente della Regione.

Per il Comune di Cingoli, uno dei più estesi della Regione Marche e 3^ in ordine di popolazione nel cratere, si richiede:

1) LA STATALIZZAZIONE AFFIDANDO AD ANAS LA STRADA REGIONALE 502.
Questa collega il centro del cratere Sarnano-Caldarola all’Autostrada A14 Ancona Nord. In particolare il Comune di Cingoli chiede che siano statalizzati i 4 viadotti che collegano le strade provinciale attraversando la Diga artificiale di Casteccioni, posto nel territorio di questo Ente. La fragilità della natura del territorio e la sua genetica propensione al rischio sismico impongono che le opere di una Diga di queste dimensioni siano affidate ad organi statali, sulla base dei principi costituzionali di sussidiarietà, adeguatezza e proporzione dell’azione amministrativa e di gestione.
Per la strada 502, è urgente provvedere alla realizzazione di una terza corsia e all’allargamento della carreggiata.

Il Comune di Cingoli, tra le altre importanti imprese regionali, ospita una delle Aziende più grandi del nostro Paese, la Fileni spa, leader in europa nella produzione di carni biologiche con circa 2.700 dipendenti. La strada 502 non è adeguata né alle condizioni del traffico merci né alla sicurezza della normale viabilità.
La possibilità di allargare ulteriormente la base produttiva e la zona industriale sconta il deficit delle condizioni logistiche minime per supportare attività economiche che altrimenti potrebbero essere spostate in sedi più servite.

2) LA REALIZZAZIONE DI AUTOSTRADE TELEMATICHE ABBATTENDO IL DIGITAL DIVIDE.
In questo territorio non funziona neppure la telefonia cellulare. E’ urgente prevedere la realizzazione di reti di comunicazione telematiche che siano adeguate alle esigenze delle realtà
produttive.

3) L’AGGIORNAMENTO DELLA RETE ENEL, UNA DELLE PIÙ OBSOLESCENTI DEL NOSTRO PAESE.
E’ assolutamente necessario che Enel adegui la sua rete in tutta la Provincia di Macerata e, in particolare, nei Comuni del cratere. Nei mesi invernali, con la neve, l’interruzione nell’erogazione della corrente ha causato troppe interruzioni dei processi produttivi. E’ davvero intollerabile che nonostante le ripetute richieste dell’Amministrazione comunale ancora non si sia fatto nulla al riguardo.

4) LA DUPLICAZIONE DELLE CONDOTTE DI ACQUA POTABILE DALLA DIGA DI CASTRECCIONI PER I COMUNI DI ANCONA, MACERATA E DEL FERMANO.
A seguito delle scosse del 2016 si è registrato un calo della portata delle sorgenti del Nera per l’approvvigionamento di acqua potabile per una larga fetta del territorio della nostra Regione. Il Comune di Cingoli ha interesse al raddoppio della portata, per garantire le esigenze del servizio idrico integrato, al fine di allocarvi centraline di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Le finanze municipali scontano il problema di garantire servizi in territori ampi ma di bassa intensità di insediamento.

5) LA DEFISCALIZZAZIONE DI ONERI PER NUOVI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI
Si è a lungo discusso della realizzazione di un progetto di NO TAX AREA. Non se ne è fatto nulla. Questo Comune ritiene che l’argomento debba essere promosso e affrontato con le associazioni delle imprese e con i Comuni.
Approfondimenti fatti in altri Paesi (come il Cile) hanno dimostrato che nelle medesime condizioni, l’applicazione di regimi fiscali particolari e determinati, hanno incrementato notevolmente la crescita del PIL.

6) NUOVI FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO PER OPERE SOCIALI CONE LE CASE DI RIPOSO.
Accanto alla realizzazione di scuole e la messa in sicurezza di edifici scolastici, appare urgente prevedere finanziamenti a fondo perduto nella zona cratere per la realizzazione di case di riposo e altre strutture sociali al fine di evitare la mobilità sociale verso la costa.

7) IL CONGELAMENTO NEL PAGAMENTO DELLE RATE DEI MUTUI MUNICIPALI FINO AL 2023.
Sempre nell’ottica di garantire e sostenere le attività economiche locali, appare necessario prevedere il congelamento, fino al 2023 del pagamento delle rate dei mutui di competenza degli Enti locali.

Signor Presidente,
ad avviso di questa Amministrazione, le richieste di cui sopra appaiono compatibili con il quadro di finanza pubblica nazionale e con i superiori interessi del nostro Paese e capaci di influire in senso positivo sulla variazione del PIL, esigenza questa che nella Regione Marche è particolarmente avvertita e necessaria.
Non per ultimo vogliamo invitarla a visitare Cingoli, il Balcone delle Marche.
Potrà constatare che molto è stato fatto, ma anche ciò che ancora dobbiamo fare nello spirito di leale cooperazione tra tutti gli Enti che formano la Repubblica.”

Michele Vittori – Sindaco di Cingoli

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   

La Fenice - cremazione animali


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.