Segui QdM Notizie

Opinioni

Maiolati S. Caro energia: «Provvedimenti mai adottati e mai discussi»

Gli ex consiglieri di minoranza Irene Bini (Percorso Civico) e Leonardo Guerro (M5S), puntano il dito sull’immobilismo dell’ex Sindaco

Maiolati Spontini, 4 novembre 2022 – Il tema del caro energia, al momento interesse prioritario tanto per il bilancio comunale, quanto per le associazioni, le famiglie e le attività commerciali è fonte di grande preoccupazione perché potenzialmente capace, Commissario o non Commissario, di modificare i servizi a cui siamo abituati.

Oggi, noi cittadini, se avessimo avuto un ex Sindaco attento ai bisogni della comunità, ne avremmo potuto apprezzare i provvedimenti per far fronte agli aumentati costi energetici, purtroppo non possiamo farlo perché non solo, non sono stati mai adottati ma tantomeno, mai discussi.

Oggi, noi cittadini, se avessimo avuto un ex Sindaco attento e capace di amministrare, ne avremmo certamente apprezzato l’impegno profuso, fin dallo scorso luglio, negli iniziali interessamenti al tema del caro energia, quando già era chiaro ai più che quello sarebbe stato l’argomento caldo dell’autunno.

(Ma in quel periodo Consoli era distratto dalle dimissioni in polemica dei due membri del Cda della Casa di Riposo, da lui stesso nominati).

Oggi, noi cittadini, se avessimo avuto un ex Sindaco consapevole, ne avremmo senza dubbio apprezzato la dedizione, racchiusa in una convocazione agostana della commissione comunale, per discutere insieme e tutti uniti (come piace tanto scrivere ora, fuori tempo massimo), dei consumi energetici e delle proposte da mettere in piedi.

(Ma in quel periodo Consoli, Montesi e Luconi erano impegnati con i manifesti del benefattore anonimo).

Oggi, noi cittadini, se avessimo avuto un ex Sindaco attento al dialogo e alla condivisione, ne avremmo apprezzato, ad inizio settembre, l’accoglimento della richiesta di audizione delle allora minoranze che gli ricordavano l’urgenza di affrontare la questione del caro energia per scongiurare, quanto possibile, tagli ai servizi comunali e per andare incontro alle esigenze delle associazioni, delle famiglie e delle attività commerciali.

(Ma in quel periodo Consoli era distratto dalle dimissioni paventate, annunciate e poi concretizzate del vicesindaco Pastori).

In definitiva oggi, se avessimo avuto un ex Sindaco così, sarebbe stato quel giorno ma evidentemente non è questo il giorno.

Irene Bini (Percorso Civico) – Leonardo Guerro (M5S)

©riproduzione riservata

News