Segui QdM Notizie

Attualità

MAIOLATI S. L’Amministrazione celebra il Giorno del Ricordo

Ricorrenza senza manifestazioni pubbliche ma con la diffusione di un manifesto in ricordo delle vittime delle foibe e dell’esodo istriano dalmata

MAIOLATI SPONTINI, 10 febbraio 2022 – L’Amministrazione comunale celebra il “Giorno del ricordo”, per i Martiri delle foibe e l’esodo dall’Istria e dalla Dalmazia, facendo proprie le parole di Walter Veltroni, tratte dalla prefazione del suo libro Sopravvissuti e dimenticati”.

“È necessario coltivare una memoria intera. Leggere insieme e far conoscere, in primo luogo ai giovani, tutte le pagine della nostra vicenda nazionale, comprese quelle più dolorose, quelle per troppo tempo rimosse… Avere memoria, riconoscere la propria storia e il proprio dolore serve anche a questo: a far crescere una storia comune, a rafforzare un valore civile condiviso, a costruire un futuro migliore”.


Vista la situazione pandemica, il sindaco Tiziano Consoli, gli assessori e gli amministratori comunali hanno voluto sottolineare la ricorrenza di oggi 10 febbraio senza manifestazioni pubbliche ma con la diffusione di un manifesto.


La Repubblica – si legge – riconosce il 10 febbraio quale Giorno del ricordo al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”.


Nel manifesto si ricorda anche, col supporto di alcune immagini, che almeno diecimila persone, negli anni drammatici a cavallo del 1945, sono state torturate e uccise a Trieste e nell’Istria e, in gran parte, vennero gettate (molte ancora vive), dentro le voragini naturali disseminare sull’altopiano del Carso, le “foibe”.

Ma non solo. Ben 350.000 italiani, abitanti dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia, dovettero scappare e abbandonare la loro terra, le case, il lavoro, gli amici e gli affetti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

News