Segui QdM Notizie

Tendenze

Ridurre i costi energetici in azienda: come sfruttare le offerte luce business? 

Ad oggi esistono senza ombra di dubbio molte strategie per risparmiare sull’energia, tra queste rientra l’utilizzo di offerte luce business


Ad oggi esistono senza ombra di dubbio molte strategie per risparmiare sull’energia, tra queste rientra l’utilizzo di offerte luce business.

I proprietari di un’azienda, infatti, possono contare sulla stipulazione di un contratto luce business per massimizzare il più possibile il risparmio in bolletta, senza allo stesso tempo dover modificare le abitudini legate al consumo. Nelle prossime righe vi sveleremo le differenze tra quelli che una volta erano i contratti luce business con il mercato tutelato e gli attuali contratti luce business con il libero mercato. 

Contratti luce business con il mercato tutelato 

Le possibilità di stipulare un contratto luce business accedendo al mercato tutelato sono ufficialmente svanite, da questo momento in poi tutte le aziende sono chiamate a trovare un nuovo fornitore luce e gas nel mercato libero. Le grandi aziende sotto questo punto di vista non hanno avuto alternative, proprio perché per realizzare un contratto luce business con il mercato a Maggior Tutela era necessario un numero di dipendenti non superiore a 50 ed un fatturato inferiore ai 10 milioni di euro, oltre ad un collegamento alla rete in bassa tensione. 

I contratti luce business con il mercato libero 

Nel mercato libero, invece, c’è una tale concorrenza tra fornitori da fornire ai clienti una vasta opportunità di scelta, considerando il fatto che ci sono tantissime offerte dedicate alle aziende che hanno diverse tipologie di prezzo. Una garanzia importante per le aziende è senza ombra di dubbio il fatto che il prezzo del contratto luce business può essere fisso, sia mono che multiorario, di conseguenza questo significa che può essere bloccato per un determinato periodo di tempo. Il prezzo, tuttavia, può essere ovviamente anche variabile, in questo caso quest’ultimo varia sulla base dell’andamento del mercato. Un’altra caratteristica fondamentale dei contratti luce business è quella della possibilità di scegliere tra la tariffa monoraria, bi o multi-oraria. Nel primo caso il prezzo risulta essere identico in qualunque momento della giornata, mentre le aziende che presentano carichi di lavoro variabili durante la giornata optano per la tariffa multi-oraria o bi-oraria. I vantaggi legati ai contratti luce business sono diversi, tra questi rientrano senza ombra di dubbio la maggiore stabilità dei prezzi e la possibilità di risparmiare maggiormente sui costi energetici. 

Come scegliere il contratto luce business più conveniente 

Risulta essere assolutamente fondamentale, ovviamente, confrontare le offerte luce business e scegliere quella più adatta alle proprie esigenze e alle proprie necessità, per questo motivo tra i primi aspetti da analizzare rientra sicuramente il fatto di controllare e di verificare i consumi per selezionare il fornitore migliore. Nel caso in cui non ci dovesse essere l’opportunità di stimare i consumi, allora si potrebbe adoperare un comparatore in modo tale da avere un aiuto. Come abbiamo già accennato in precedenza, in base alle caratteristiche della propria azienda sarà necessario scegliere il giusto tipo di contratto luce business anche prendendo in considerazione componenti come il prezzo bloccato, indicizzato o a taglie. Mentre il prezzo bloccato resta invariato nel tempo, quello indicizzato può essere aggiornato ogni tre mesi. Infine, il prezzo a taglie stabilisce una cifra che ha valore fino ad un consumo energetico prestabilito. 


 

© riproduzione riservata

News