Segui QdM Notizie

Castelplanio

Castelplanio Standing ovation per il cittadino benemerito Alessandro Ragaini – Video

Il giovane campione che si sta allenando in vista delle Olimpiadi di Parigi ha ricevuto l’onorificenza attorniato dal calore delle autorità, dell’Arma dei Carabinieri, dei dirigenti sportivi, degli amici e di tutta la Vallesina

Castelplanio – Non c’era la sua amica acqua ad accoglierlo, ma neanche avversari da affrontare o tempi cronometrati da battere. Ci sarà tempo, per lui, in vista delle prossime Olimpiadi di Parigi.

Il sindaco Fabio Badiali e Alessandro Ragaini

Insomma, un pomeriggio inusuale quello di Alessandro Ragaini. Solo applausi ed emozioni nella Sala polivalente intitolata a Luciano Pittori, dove ha ricevuto la prestigiosa onorificenza di Cittadino Benemerito di Castelplanio durante la seduta del Consiglio comunale che l’ha votata all’unanimità.

Alessandro Ragaini e il Maggiore Elpidio Balsamo

Un riconoscimento davvero meritato per il giovane campione di nuoto, 18 anni ancora da compiere – il 2 agosto – che nel giro di brevissimo tempo è diventato un simbolo positivo, non solo per i suoi concittadini, ma per tutto il territorio della Vallesina.

Presenti alla cerimonia, oltre ai familiari del campione, il presidente del Coni regionale Fabio Luna, il numero uno della Fin Marche Fausto Aitelli, il direttore sportivo del Team Marche Nuoto Marco Alessandrini, che ha portato i saluti dell’allenatore Andrea Cavalletti, Giuliana Chiorrini, moglie di Carlo Urbani, il parroco don Mariano Piccotti. E tanta gente.

I genitori di Alessandro

Alessandro ha sfoggiato con fierezza l’uniforme dei Carabinieri, di cui è portacolori del Gruppo sportivo. A farne gli onori, il Comandante della Compagnia di Jesi Elpidio Balsamo con il luogotenenente Marco Bauco, e il maresciallo Fabio Cammarino, Comandante della Stazione Carabinieri di Castelplanio.

Visibilmente orgoglioso il sindaco Fabio Badiali.

«È una giornata speciale per il nostro paese. Speriamo che questo gesto compiuto dal Consiglio comunale possa essere di buon auspicio per le Olimpiadi di Parigi. Sono sicuro che la sua positività sarà contagiosa per tanti giovani. Lui è rimasto il ragazzo di Castelplanio, con i piedi per terra, che saluta tutti. Mi auguro che tu rimanga sempre come sei, un simbolo di valore, un esempio per tutti. Grazie Alessandro».

Ovviamente timidamente sorridente Alessandro Ragaini.

«Ho accolto questo riconoscimento con grande soddisfazione. Mi sto allenando a Moie, al massimo come sempre. Ora è il momento del sacrificio ma lo affronto con serenità. Il seguito di tante persone mi rende davvero molto felice e ringrazio tutti».

Parole profonde anche dal maggiore Elpidio Balsamo.

«Le immagini dei successi sono figlie di impegno, di rinunce. L’uniforme dei Carabinieri incarna quei valori, la dignità e l’umiltà con cui Alessandro la indossa mi emoziona. Ma a Parigi, sotto con le medaglie», ha affermato sorridendo.

La soddisfazione per i risultati raggiunti da Alessandro e i complimenti per essere un ragazzo davvero speciale sono arrivati anche dal presidente del Coni Fabio Luna, e da quello della Fin Marche Fausto Aitelli.

«Le Olimpiadi – ha affermato il presidente Fin regionale – saranno come una passaggio, una frazione per nuovi e altri traguardi, ne sono sicuro, vista la sua giovane età».

Per il presidente Fabio Luna «Alessandro ha fatto una cosa grandiosa, lo sport marchigiano gli è grato perchè l’andare alle Olimpiadi è già una medaglia. E più che da sportivo Alessandro va preso da esempio come persona, stupenda e di grande umanità».

© riproduzione riservata

News