Connect with us

Cronaca

JESI / “Giornate Fai d’Autunno”: visite alla farmacia Fatebenefratelli

Ex fatebenefratelli ospedale

L’appuntamento quest’anno raddoppia con due week end: il 17-18 e 24-25 ottobre

JESI, 12 ottobre 2020 – Tornano le Giornate Fai d’Autunno: un’occasione da non perdere per scoprire luoghi ancora poco conosciuti, ricchezze del territorio poco note ai più.

L’appuntamento quest’anno raddoppia con due week end: il 17-18 e 24-25 ottobre. La sezione jesina organizza una visita all’antica farmacia dell’ospedale Fatebenefratelli, lungo Corso Matteotti.

Andreoli immobiliare 01-07-20

Le volontarie Fai, Daniela Marotti e Augusta Vecchi

Questi splendidi locali, come noto, rientrano nei “Luoghi del cuore”: iniziativa nazionale del Fai che censisce i luoghi italiani da non dimenticare.

A fine settembre la farmacia era al quarto posto tra i luoghi storici della salute e al 61° nella classifica nazionale grazie ai voti di tantissime persone che hanno accolto l’appello della sezione jesina.

Ed Elisa Di Francisca e Roberto Mancini ne sono gli importanti testimonial.

L’interno della storica farmacia

Partecipare alle Giornate Fai d’Autunno 2020 vuol dire non solo godere della bellezza che pervade ogni angolo del nostro Paese e “toccare con mano” ciò che la Fondazione fa per la sua tutela e valorizzazione, vuol dire soprattutto sostenere la missione del Fai in un momento particolarmente delicato.

 Tutti i visitatori potranno sostenere il Fai con una donazione libera – del valore minimo di 3 euro – e potranno anche iscriversi online oppure nelle diverse piazze d’Italia durante l’evento. La donazione online consentirà, a chi lo volesse, di prenotare la propria visita, assicurandosi così l’ingresso nei luoghi aperti dal momento che, per rispettare la sicurezza di tutti, i posti saranno limitati. La prenotazione, seppur preferibile e fortemente consigliata, non è obbligatoria.
Ex fatebenefratelli ospedale

La parte storica, l’ex Fatebenefratelli

Affidata alla confraternita Fatebenefratelli, la farmacia è sorta nel 1757. I locali al piano terra, grazie alla manutenzione effettuata nel corso del tempo, hanno mantenuto gli arredi settecenteschi. Nel corso delle Giornate Fai, in collaborazione con Asur, Comune di Jesi e “Comitato Proposta Jesi”, sarà possibile ammirare i due locali di questa “spezieria”, solitamente chiusi al pubblico, che si trovano al piano terreno e si affacciano sul Corso.

I due ambienti, definiti “prima e seconda spezieria”, presentano scaffali a tutta parete: la stanza detta delle scattole, destinata alla conservazione delle materie prime, è dotata di scansie in abete verniciato di verde, mentre la farmacia è tappezzata da scaffalature di noce scurito su cui erano allineate le maioliche che conservavano i prodotti galenici. L’arredo è un prezioso gioiello di ebanisteria.

I vasi di maiolica, commissionati a una bottega di Casteldurante, erano 293, ma ne restano solamente 206, conservati nella Pinacoteca di Jesi (foto in primo piano). Un terzo ambiente completava la spezieria: il laboratorio sotterraneo. Una occasione unica per scoprire un pezzo della storia di Jesi.

Le Giornate Fai d’Autunno chiudono la Settimana dedicata dalla Rai ai beni culturali. Dal 12 al 18 ottobre, infatti, la Rai racconterà luoghi e storie che testimoniano la varietà, la bellezza e l’unicità del nostro Paese: una maratona televisiva e radiofonica di raccolta fondi a sostegno del Fai, per sensibilizzare sempre più italiani sul valore del nostro straordinario patrimonio artistico e paesaggistico e per promuoverne la partecipazione attiva.

(e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento
0 0 vota
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

parafarmacia gocce di salute


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x