Segui QdM Notizie

Cronaca

Jesi Marco Cascia rileva la Pasticceria Gianfelici, «fare dolci una vocazione»

Da dicembre la gestione del pasticciere titolare de “La Dolce Vita” a Moie e di “Le Chocolat” a Jesi, un’attività di famiglia lunga 60 anni

Jesi – «La notizia circola ormai da giorni – ha detto il pasticciere Marco Cascia, annunciando la novità sui social -, è il momento di renderla ufficiale: con immensa gioia comunichiamo che abbiamo rilevato la Pasticceria Gianfelici di Jesi».

A inizio novembre, infatti, si erano chiusi i battenti della nota pasticceria del Viale della Vittoria: dopo quasi mezzo secolo di storia, la famiglia Gianfelici aveva dato l’annuncio della decisione di concludere la propria attività, ringraziando tutti i clienti che li avevano sostenuti in questi anni.

Da dicembre per l’attività jesina si aprirà un nuovo capitolo, grazie alla gestione di Marco Cascia.

«Un nuovo capitolo della nostra amata pasticceria e della nostra famiglia che affonda le sue radici in questo mestiere da generazioni – ha affermato – chi ci conosce sa quanto la pasticceria rappresenti per noi, molto più di una professione».

«Fare dolci è una vocazione, è la nostra storia, è ciò che facciamo ogni giorno da 60 anni», ha aggiunto Marco Cascia che ci ha raccontato come è nata l’attività di famiglia.

Nel 1964 con il nonno e lo zio che facevano i panettieri e il suo babbo che si occupava dei dolci, inizialmente dolci da forno, poi si è passati alla pasticceria.

«Nel 2005 ho aperto la Dolce Vita a Moie, riscuotendo un grande successo di pubblico, è stato un grande traguardo e la sentiamo come la nostra bomboniera. Poi nel 2017 ho conosciuto Silvana Benigni che era la proprietaria di Le chocolat in via Cavour, mi aveva contattato per una fornitura di cioccolatini e abbiamo iniziato a collaborare, da lì è venuta la proposta qualche tempo dopo, di subentrare nella gestione perché lei voleva ritirarsi», ha spiegato Cascia.

«La cioccolateria è stata la realizzazione di un sogno per me, perché la mia esperienza è iniziata proprio come cioccolatiere, ancor prima che come pasticciere. Così ci siamo fatti conoscere anche a Jesi e adesso continueremo l’avventura jesina con questa nuova attività».

«Sono molto emozionato per il nuovo inizio ma sento anche la responsabilità di tenere alta la qualità di una pasticceria che era votata all’eccellenza, apprezzata da tanti jesini. A loro e ai futuri clienti dico che cercheremo di soddisfare le aspettative e di costruire nuovi ricordi in quello che è stato un luogo del cuore per molti. Grazie a chi ci sosterrà in questo cammino costellato da tantissima dolcezza».

© riproduzione riservata

News