Segui QdM Notizie

Cronaca

Jesi Piazza Pergolesi e il gradino ancora “invisibile”, polemiche e proteste

Antonio Grassetti: «Nessun seguito alla mia interpellanza, l’insidia rimane senza alcun prudente accorgimento salva inciampi», oggi FdI manifesterà sul posto

di Pino Nardella

Jesi, 31 dicembre 2022 – Ritorna alla carica il consigliere comunale di FdI, Antonio Grassetti, in merito alla ormai vexata quaestio del gradino invisibile di Piazza Pergolesi.

Dice, ma che è? Eh, è quella parte digradante a terra dello scalino che contorna l’anfitetatro della piazza che, proprio per digradare tanto, troppo, risulta una trappola per chi, inconsapevole, camminando ci sbatte contro e finisce il più delle volte a terra. E, qualche volta, anche al pronto soccorso.

Se ne era fatto carico, il Grassetti, della problematica, interrogando al proposito durante l’ultima assise comunale per sapere se ci fosse l’intenzione, da parte del Comune, di provvedere a mettere mano alla cosa. Cercando di risolvere, insomma, a vantaggio della sicurezza del transito pedonale – soprattutto degli anziani – su quel lato di Piazza Pergolesi.

«Il 23 dicembre scorso presentai un’interpellanza – fa il punto Antonio Grassetti – per segnalare un pericolo incombente sui cittadini a passeggio per il corso Matteotti, in Piazza Pergolesi, dove a causa di un gradino “invisibile” in troppi erano inciampati e caduti anche con serie conseguenze».

«Gli sviluppi sono stati che l’assessore competente riferiva come l’Amministrazione fosse al corrente del problema e in procinto di provvedere alla risoluzione, mi auguravo che nel frattempo, come anche avevo richiesto nel documento, si fosse provveduto a segnalare “l’ostacolo” al fine di evitare altri episodi dannosi».

E, invece «ad oggi niente è avvenuto e il gradino insidioso è sempreal suo posto” senza alcun prudente accorgimento salva inciampi».

Quindi, dalla delicatezza, diciamo così, informativa, visti i risultati nulli, il consigliere e capogruppo di Fdi è passato a toni più decisi.

«Se con l’interpellanza non volevo polemizzare ma solo allarmare l‘Amministrazione perché si attivasse a evitare cadute e danni alle persone – sottolinea -, preso atto della sua più completa passività, non posso non puntare il dito contro quell’inerzia ingiustificata, di cui essa dovrà rispondere, politicamente ai cittadini e in via giudiziaria agli infortunati di ieri e futuri». 

E non finisce qui, perché oggi FdI  porterà nella stessa piazza, presso quello stesso gradino, la sua protesta per non far distogliere l’attenzione – visto il periodo festivo – dalla problematica urgente. Vedremo.

©riproduzione riservata