Connect with us

Attualità

ROSORA / Naso all’insù all’osservatorio di Tassanare per un viaggio tra le stelle

Tra immaginazione antica e astronomia: le costellazioni e le galassie più belle, viste dal punto più alto del Comune

ROSORA, 6 luglio 2021Ieri sera, alle 21.30, un gruppo di appassionati di astronomia ha potuto godere dello spettacolo del cielo, grazie a Roberto Dolciotti, gestore dell’osservatorio di Tassanare.

La specola, intitolata a Bruno Caccin, astronomo veneziano di fama internazionale morto a Rosora, è sita nel punto più alto del territorio comunale, a un’altitudine di 450 metri e sembra essere il più piccolo della provincia di Ancona, se non addirittura delle Marche.

«L’idea è partita da Stefano Rosoni del circolo astronomico dorico Paolo Andrenelli di Ancona, che ha trovato strutture e strumentazioni, ed è stata realizzata nel 2018 grazie al supporto dell’Amministrazione comunale e al prezioso contributo dei volontari della Pro Loco», ha spiegato Roberto Dolciotti.

Così, nella frescura di una serata estiva, tra le lucciole e il canto delle cicale, Roberto Dolciotti con il suo laser professionale, ha iniziato il suo viaggio tra le stelle.

È quasi notte fonda e all’orizzonte si può scorgere la stella Venere, rossiccia per la rarefazione dell’atmosfera, più a nord invece la stella Polare, che fa parte della costellazione dell’Orsa Minore o Piccolo Carro ed è visibile a occhio nudo se si prolunga di cinque volte il segmento che lega Merak e Dubhè, le stelle dell’Orsa Maggiore o Grande Carro.

Quella di ieri sera non è stata in realtà solamente un’escursione astronomica, ma un vero e proprio viaggio nella fantasia degli antichi, che immaginavano animali, persone e oggetti, laddove l’uomo, oggi, vede costellazioni.

«É il caso di Aquila, Lyra e Cygnus, gruppi stellari all’interno della Via Lattea che con le loro stelle Altair, Vega e Deneb formano il triangolo estivo, una combinazione formata dalle tre stelle più luminose del cielo da giugno a agosto», ha spiegato Dolciotti.

Dopo avere concluso un girotondo intorno alla stella Polare, indicando le costellazioni più importanti e scorgendo anche qualche satellite, i presenti si sono seduti davanti a un maxi schermo dove il gestore ha proiettato una foto della galassia Verpul, scattata dalla macchina fotografica del telescopio dell’osservatorio.

Si è conclusa così la prima interessante serata nell’osservatorio Bruno Caccin di Tassanere, il prossimo appuntamento lunedì 19 luglio, ancora una volta dalle 21 alle 23, per l’osservazione della Luna.

Nicoletta Paciarotti

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
 
 


Meteo Marche