Connect with us

Cronaca

JESI / Epifania, finiscono le feste ma non le incertezze dei commercianti

corso matteotti jesi

Rientrati in “zona rossa” e vi resteremo anche domani: questa sembra essere l’unica cosa sicura

JESI, 5 gennaio 2021 – L’ Italia è rientrata in “zona rossa” e vi resterà anche domani 6 gennaio secondo le regole imposte dal Dpcm Natale. Fino al 7 sono vietati gli spostamenti tra regioni e nel proprio Comune, consentiti solo con giustificazione (relativa a motivi di lavoro, necessità e salute).

Chiusi bar, ristoranti e negozi, consentito l’asporto fino alle 22 e la consegna a domicilio. Rimangono aperti supermercati, edicole, tabaccai, farmacie, parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri.

corso matteotti jesi

Queste sembrano essere le uniche certezze in mano ai diversi commercianti e negozianti del territorio, che fino ad ora hanno dovuto fare i conti con un’alternanza di chiusure e aperture, necessarie al contenimento del Covid-19.

Andreoli immobiliare 01-07-20

Le preoccupazioni per il possibile calo delle vendite e dell’asporto sono state attenuate dall’iniziativa proposta dal vice presidente della Giunta regionale Mirco Carloni di prorogare le vendite promozionali fino al 14 gennaio. Prima dell’emergenza epidemiologica, secondo la legge, non sarebbe stato possibile effettuarle durante i 30 giorni antecedenti i saldi.

I saldi infatti inizieranno dal 16 gennaio nelle Marche, in questi giorni sono partiti in Basilicata, Molise, Valle d’Aosta, Abruzzo e Calabria.

«Siamo qui ad aspettare le comunicazioni del Governo e di solito queste decisioni ci vengono annunciate all‘ultimo minuto. Tutto è sempre un punto interrogativo» commenta una commerciante.

Altro punto interrogativo soprattutto per gli esercizi commerciali e vari negozi del centro storico saranno i lavori sul Corso Matteotti che interesseranno la pavimentazione, uno dei propositi per l’anno che verrà.

«Questo è stato un anno di preoccupazioni. Siamo però sicuri che sarà un corso migliore e bellissimo, l’importante è che finiscano quanto prima e che sia fatto bene» l’auspicio di una negoziante.

Le impressioni dei commercianti sono condivise da Paolo Bifani: «Spero si inizi il prima possibile. Meglio adesso, in questo periodo di restrizioni, rispetto a quando si potrà tornare a svolgere le attività con più libertà».

Cora Ceccarelli

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento
0 0 vota
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

parafarmacia gocce di salute


Meteo Marche

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x