Connect with us

Breaking news

ANCONA / Bandiere a mezz’asta in ricordo delle vittime del Covid

Provincia di Ancona bandiere mezz'asta

Oggi, 18 marzo, è la data in cui nel 2020 i mezzi militari a Bergamo sono stati impiegati per il trasporto delle salme, il messaggio del governatore Francesco Acquaroli

ANCONA, 18 marzo 2021 – Le bandiere del Palazzo della Provincia di Ancona oggi sono a mezz’asta, così come sono a mezz’asta in tutte le città marchigiane e in Italia.

Oggi è la prima Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19, istiuita per legge.

La giornata del 18 marzo è stata scelta come ricorrenza perché è stata la data in cui, nel 2020, i mezzi militari a Bergamo sono stati impiegati per il trasporto delle salme.

Un’immagine che è divenuta un simbolo di questa pandemia. Alle ore 11 l’osservanza del minuto di silenzio.

Anche il comune di Fabriano ha aderito all’iniziativa promossa dall’Anci.

Bandiere a mezz’asta a Fabriano

Alle 11, in concomitanza con la cerimonia a Bergamo del Presidente del Consiglio, il vicesindaco Ioselito Arcioni davanti la sede municipale ha osservato un minuto di silenzio al cospetto delle bandiere esposte a mezz’asta per ricordare, a nome di tutta la nostra comunità, le persone che sono decedute a causa del covid.

Il presidente della Regione, Francesco Acquaroli, ha sottolineato come «in questo anno abbiamo conosciuto un dolore inedito, abbiamo perso decine di migliaia di persone, che le famiglie e i propri cari non hanno potuto salutare nel modo più dignitoso. Il nostro pensiero, oggi e ogni giorno, va a loro, alle persone che non ci sono più, alle 2.464 nelle Marche e oltre 100.000 in Italia. Questa ferita deve farci riflettere su quanto sia fondamentale oggi essere uniti nella lotta al Coronavirus, su quanto anche ciascuno dei nostri comportamenti sia importante per uscire il prima possibile da questa drammatica pandemia».

«A un anno dalla pandemia, le parole dell’Amministrazione di Monte Roberto sono di vicinanza ai familiari delle vittime del covid e di incoraggiamento per chi ora è malato – fa sapere il sindaco Stefano Martelli -. Una ferita che lacera e allo stesso unisce davanti al numero di perdite umane causate dal virus. Rivolgo poi un ringraziamento agli operatori sanitari, impegnati ogni giorni in corsia nella lotta al virus, nonché ai volontari e alla nostra Protezione civile per il servizio reso alla comunità».

L’immagine simbolo di questa Giornata per il Comune di Monte Roberto non può che essere il disegno del piccolo Mattia Simonetti, classe V B, vincitore del Concorso artistico 2020 per la Giornata Nazionale delle Forze Armate, indetto dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l’Istituto B. Gigli: l’elaborato ritraeva la processione dei camion militari che a Bergamo trasportavano feretri. Ancora oggi, in piena emergenza, quei camion militari rappresentano un momento storico decisivo per le sorti di tutta la società occidentale e la necessità ancora sentita di individuare soluzioni condivise per scongiurare scenari simili nel prossimo futuro.

Il sindaco Tiziano Consoli mentre osserva il minuto di silenzio

Anche il Comune di Maiolati Spontini si è unito alla celebrazione in memoria di quanti hanno perso la vita a causa della pandemia. Alle 11 il sindaco Tiziano Consoli, a nome di tutta la comunità, ha osservato un minuto di raccoglimento nella residenza municipale davanti alle bandiere a mezz’asta. Davanti alla fragilità personale e collettiva, l’invito a proteggere noi stessi e gli altri, a maturare sempre più atteggiamenti di rispetto e di cooperazione al bene comune.

(Redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche