Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / Raccolta per i profughi bloccati in Bosnia-Erzegovina

All’iniziativa della Cgil partecipano la Onlus Oratorio San Filippo e l’Associazione Fabriano Progressista

FABRIANO, 1 febbraio 2021 – Come in Vallesina anche la città della carta risponde alla raccolta di materiali per sostenere il campo profughi di Lipa, in Bosnia-Erzegovina.

Un campo allestito dall’esercito bosniaco dove 800 persone sopravvivono tra ghiacchio e neve, ad una temperatura che raggiunge i – 10°.

Il percorso compiuto da profughi attraverso la cosiddetta “rotta Balcanica”, è stato percorso da migliaia di esseri umani scappati da guerre e dalla fame, provenienti dal Pakistan, Afghanistan, Bangladesh, Iran, Iraq e Siria e sono in attesa di poter proseguire il loro esodo verso i paesi del nord Europa.

Andreoli immobiliare 01-07-20

«C’è da affrontare una emergenza umanitaria e sanitaria aggravata dalla pandemia covid 19 – spiegano i promotori fabrianesi dell’iniziativa – alla quale vogliamo contribuire rivolgendoci alla sensibilità della cittadinanza e al senso civico di ciascuno di noi.

Per la raccolta degli alimenti è possibile anche in alcuni supermercati, come per i medicinali in alcune farmacie».

Per la raccolta – Sede della CGIL in via delle Fontanelle: Lunedi  e  Venerdi  dalle ore 16 alle 18 ed il Martedi e Giovedi  dalle ore 10.30 alle 12.

Il vestiario deve essere diviso per genere (donna-uomo-bambina-bambino) e imbustato.

(Redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche