Connect with us

Breaking news

CGIL / Morti sul lavoro, una strage che va fermata

Morti sul lavoro

Oltre ai 25 esiti mortali le cifre dall’inizio dell’anno contemplano anche 12 mila infortuni denunciati

ANCONA, 3 novembre 2021 – Sono 11.929 gli infortuni sul lavoro denunciati da gennaio a settembre di quest’anno872 in più rispetto al 2020 (+7,9%), con gli aumenti maggiori che si riscontrano nei trasporti, edilizia e industria.

In crescita sia gli infortuni in occasione di lavoro (+5,6%) che quelli in itinere (+24,5%). Questi i preoccupanti dati marchigiani forniti dall’Inail ed elaborati dalla Cgil Marche. 

Infortuni che spesso hanno esito mortale: 25 i lavoratori deceduti dall’inizio dell’anno dopo un 2020 in cui ci sono stati 38 morti sul lavoro in 9 mesi

Ancora più impressionanti sono i dati nell’arco dell’intero decennio400 morti sul lavoro e 220 mila infortuni denunciati nel complesso. Una lunga scia di sangue, non più tollerabile, che si abbatte sugli affetti delle famiglie, sul loro reddito e sul loro futuro.

La sicurezza sul lavoro non deve essere solo uno slogan, le leggi ci sono e anche il recente Decreto Fiscale rafforza le misure sulla sicurezza e in particolare il ruolo dell’Ispettorato del Lavoro, ma occorre continuare a concorrere alla loro piena applicazione e a un sistema di controlli che sia continuo e puntuale.

Di fronte a questi numeri non basta commuoversi e indignarsi, ma occorrono azioni forti e decise da parte di tutti: dalle imprese alle istituzioni. 

Dichiara Daniela Barbaresi, segretaria generale Cgil Marche che «alla Regione e in particolare agli assessori Saltamartini e Aguzzi chiediamo di battere un colpo visto che aspettiamo ormai da mesi un incontro per affrontare questa emergenza. Chiediamo loro di intervenire subito per garantire le risorse necessarie ad assicurare adeguati livelli di finanziamento e di organizzazione del sistema di prevenzione per colmare il divario con le altre regioni e soprattutto arginare il devastante fenomeno degli infortuni sul lavoro».

Per questo, «vanno subito incrementati gli organici per incrementarecontrolli: è inaccettabile che nelle Marche ci siano solo 56 tecnici della prevenzione a fronte di decine di migliaia di aziende e cantieri, a partire da quelli delle aree del sisma, in cui effettuare i controlli».

Infine, «occorre poi procedere subito alla definizione del Piano mirato di prevenzione e dei Piani di prevenzione tematici (edilizia, agricoltura, patologie da sovraccarico biomeccanico, stress da lavoro correlato, cancerogeni occupazionali e tumori professionali), come previsto dal Piano nazionale della prevenzione 2020-2025. Urgente poi la convocazione del Comitato regionale di coordinamento».

Secondo Giuseppe Galli, segretario regionale Cgil Marche «queste esigenze vengono confermate anche dall’andamento delle malattie professionali denunciate, che sono in aumento del +41,9%. E’ necessario quindi agire sul fronte dell’organizzazione del lavoro anche contrastando la precarietà, la frantumazione del lavoro e la ricattabilità dei lavoratori».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Eventi & Cultura36 minuti fa

Cingoli / Villa Strada, incontro dedicato al beato Bartolo

In occasione della pubblicazione di un recentissimo studio di Luca Pernici, domani alle 18 alla chiesa di San Giovanni Evangelista...

Calcio41 minuti fa

Calcio / Risultati ultima di campionato 2021-2022 Prima e Seconda Categoria

Gran finale con il San Costanzo che sale in Promozione. Exploit del Montemarciano che va ai play off. In Seconda...

Breaking news1 ora fa

Covid-19 / Scende ancora il numero dei ricoveri nelle Marche

Nella nostra regione il decesso di una paziente di 91 anni residente a Cingoli Ancona, 28 maggio 2022 –Nelle Marche...

Redazionali1 ora fa

Jesi / Borgo Minonna e il ponte San Carlo, le proposte di Marco Cercaci (Italexit)

L’appuntamento con i residenti è fissato per martedì 31 maggio (ore 21) presso la parrocchia di Sant’Antonio Abate JESI, 28...

Sofia mondiali giappone Sofia mondiali giappone
Alta Vallesina2 ore fa

Ginnastica Fabriano / Sofia Raffaeli nella storia: è campionessa d’Italia

A Folgaria è dominio fabrianese: al secondo posto Milena Baldassarri Fabriano, 28 Maggio 2022 – Dopo due giorni di grande...

Eventi & Cultura2 ore fa

Jesi / Torna in scena “L’Allegra Compagnia”

Dopo lo stop imposto dalla pandemia gli attori si presentano con uno spettacolo nel piazzale della chiesa Regina della Pace...

Cronaca4 ore fa

Jesi / Vagava a piedi sulla superstrada in stato confusionale

Donna intercettata dalla Polstrada e trasportata a Torrette da un’ambulanza della Croce Verde Jesi, 28 maggio 2022 – L’allarme è...

Cronaca4 ore fa

Jesi / Finisce a terra dopo l’urto, giovane centauro al pronto soccorso

Tamponamento in Viale Martin Luther King poco prima della rotatoria che conduce al Palasport, sul posto Croce Verde, automedica e...

Attualità5 ore fa

Filottrano / Scuola Beltrami, inaugurato il mosaico degli studenti

Realizzato dalle classi terze, rientra nell’ambito del “Piano scuola estate” e riproduce l’opera di Robert Delaunay “Ritmo, gioia di vivere”  Filottrano, 28...

Eventi & Cultura5 ore fa

Moie / Percorso Civico presenta “Stagioni: conversazioni di politica, cultura e società”

Prima edizione della nuova rassegna che prende il via oggi, sabato 28 maggio, con la psicologa Cristina Bruni Moie, 28...

Meteo Marche