Connect with us

Breaking news

CNA / Rincari energia e gas, rischio nuovo lockdown per le imprese

Massimiliano Santini: «Necessario estendere i benefici previsti dal decreto legge anche alle aziende che superano il limite di potenza di 16,5 Kwh»

ANCONA, 15 novembre 201Centinaia di imprese di produzione stanno ricevendo bollette del gas e dell’energia elettrica più che raddoppiate rispetto ai primi mesi dell’anno. I tagli del decreto non bastano e alcune rischiano di dover sospendere la produzione o dover rinunciare i margini.

L’incremento della domanda internazionale di gas, nata dalla ripresa delle attività produttive e dal progressivo ritorno al lavoro e alla normalità di milioni di persone, ha portato a un rialzo dei costi per la materia prima. In questo modo la stangata è servita e preannunciata un paio di mesi fa dal Ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, il quale parlava di una crescita del 40% sui consumi energetici e del 30% per quanto riguarda le fatture del gas

Già il terzo trimestre aveva segnato un incremento medio del 9,9% per l’energia elettrica e del 15,3% per il gas, valori decisamente più contenuti di quelli che dovranno fronteggiare oggi le nostre imprese.

Per poter contenere i rincari in bolletta il Governo Draghi ha approvato un decreto legge che ha disposto tre misure con le quali tagliare gli aumenti sui costi di luce e gas per i prossimi mesi. 

Esse consistono nell’azzeramento degli oneri di sistema in bolletta per le 6 milioni di pmi. In questa voce di spesa vengono fatti confluire contributi che non hanno nessun legame con i consumi delle aziende. Riduzione dell’Iva dal 22% (o del 10% a seconda dei consumi) al 5%. Introduzione del Bonus luce e gas, ovvero il contributo in aiuto per le famiglie in condizioni di disagio economico.

Di fronte a tale provvedimento la Cna ha espresso una parziale soddisfazione, perché nonostante tutto si tratta di una soluzione insufficiente a risolvere in via strutturale il problema dell’elevato costo dell’energia e soprattutto in Commissione industria al Senato l’associazione ha ribadito con forza al Governo di essere più incisivi, perché questa fase sarà per alcune di loro veramente pesante.

«Le nostre imprese operano in settori che già sopportano un peso rilevante dei costi energetici per le note criticità legate all’attuale struttura della bolletta e al peso della parafiscalità – chiosa il direttore della Cna di Ancona, Massimiliano Santini (foto in primo piano) – . Il costo dell’energia in comparti come la meccanica e il tessile assorbono infatti quasi il 30% del fatturato (salirebbe anche oltre il 50% a causa dei rincari). Va detto inoltre che la maggioranza di tali imprese non soddisfa i requisiti per accedere alle agevolazioni previste per le imprese a maggior consumo di energia, risultando quindi doppiamente penalizzate. Pertanto è necessario estendere i benefici previsti dal Dl anche alle imprese che superano il limite di potenza di 16,5 Kwh e per le quali sia rilevante l’incidenza sul fatturato della spesa sostenuta per l’energia e farlo subito».

L’ultima indagine della Cna evidenzia che per una piccola impresa il costo dell’energia è quattro volte più elevato rispetto a quello di una grande impresa industriale ed è il 33,5% in più rispetto alla media europea. Di fronte a questo quadro la Cna, oltre a ricordare che visti i prossimi rialzi è il caso di orientarsi sulle offerte a prezzi bloccati e sottrarsi per ora alle offerte indicizzate, si è attrezzata presso i suoi Uffici per fornire informazioni, formazione e consulenza, oltre a trovare soluzioni efficaci e calibrate alle singole esigenze aziendali.  

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Attualità39 minuti fa

Falconara / Padre Francesco diventa sacerdote nella sua città

Nella chiesa di Sant’Antonio dove è cresciuto ha celebrato la sua prima messa, dal 15 luglio farà ritorno in Polonia...

Alta Vallesina1 ora fa

Basket Serie B / Secondo colpo Ristopro: ecco Simone Centanni

Il realizzatore dorico sposa la causa fabrianese dopo aver trascorso l’ultimo quadriennio alla Luciana Mosconi Fabriano, 29 giugno 2022 –...

Breaking news2 ore fa

Covid-19 / Nelle Marche 1.938 positivi, l’incidenza sfiora 700

Nella nostra regione 2 decessi, in provincia di Ancona confermata la positività di 648 positivi Ancona, 29 giugno 2022 –...

Cronaca6 ore fa

Serra de’ Conti / Finisce con l’auto fuori strada, ragazza al pronto soccorso

L’incidente in un tratto dell’Arceviese, era stata fatta alzare in volo anche l’eliambulanza ma non ce n’è stato bisogno Serra...

Alta Vallesina6 ore fa

Fabriano / Maxi rissa, Chalet chiuso per 20 giorni

Indagini ancora in corso per individuare tutti i responsabili delle risse Fabriano, 29 giugno 2022 – Proseguono le indagini della...

Alta Vallesina6 ore fa

Fabriano / Il Festival del Disegno riparte da Milano

Partenza dal Castello Sforzesco il prossimo 10 settembre, in tutta Italia fino al 9 ottobre Fabriano, 29 giugno 2022 –...

Cronaca6 ore fa

Jesi / Anffas: «Buon lavoro al sindaco Lorenzo Fiordelmondo»

L’associazione ha preso atto che il tema dei servizi sociali è stato oggetto di attenzione: disponibilità a collaborare Jesi, 29...

Cingoli6 ore fa

Cingoli / “Borghi Aperti”, una domenica tra arte e storia

Il 3 luglio: il Comune in collaborazione con la Pro Loco, il Travelearn Marche Cingoli e Noi Marche: prenotazione obbligatoria...

Alta Vallesina8 ore fa

Basket Femminile A2 / La Halley conferma Benedetta Gramaccioni

«Sono molto contenta di rimanere a Matelica, la società è ambiziosa e io mi sento come a casa», queste le...

Alta Vallesina10 ore fa

Fabriano / Whirlpool, ceduti asset alla turca Arçelik

Le sigle sindacali chiedono un vertice urgente al Mise per cercare di chiarire il futuro della multinazionale in Italia Fabriano,...

Meteo Marche