Connect with us
TESTATA -

Cronaca

JESI / L’AFFRESCO DI SAN NICOLÒ: UN AFFASCINANTE MISTERO DI QUASI MILLE ANNI FA

L'affresco restaurato

L’affresco restaurato

JESI, 27 novembre 2016 – La chiesa di San Nicolò era piena. D’altronde il tema dell’incontro, l’affresco ritrovato e restaurato, organizzato dall’Associazione Templari Cattolici d’Italia – Commanderia ex Val d’Esino – che la custodisce e la presidia, era molto interessante e già aveva suscitato enorme interesse.

L’affresco 191×210 cm situato a 5 metri di altezza nella navata centrale, è una psicostasia, rappresenta due santi tra i quali San Michele Arcangelo con una bilancia – o stadera –  per pesare le anime, due figure femminili e un demonio nero.

Il presidio dei Templari a San Nicolò durante la conferenza

Il presidio dei Templari a San Nicolò durante la conferenza

La notizia ufficiale, come si ricorderà, a Ferragosto poi, da quella volta, intorno all’affresco è fiorita la curiosità in merito alla datazione e a chi ne fosse l’artefice, dopo il restauro, ad opera della professoressa Francesca Pappagallo – che ne ha illustrato tutti i passaggi importanti – docente e coordinatrice dell’Istituto di restauro delle Marche dell’Accademia di Belle Arti di Macerata.

“Un’opera completa – ha detto, tra l’altro –  non una parte. Abbiamo iniziato sulle impalcature a luglio. Era lì, ma non si vedeva nulla e la pulitura è avvenuta in due fasi distinte. Le spicconature che si vedono, intorno alla figura del demonio a opera di un antico muratore, non sono state rimosse proprio per evitare un intervento pesante al restauro stesso”.

Il priore padre Giulio Pase

Il priore padre Giulio Pase

E nell’incontro di ieri, 26 novembre, nel sacro edificio che custodisce notevole parte della storia cittadina, la professoressa Loretta Fabrizi, docente di storia dell’arte all’Accademia di Belle Arti di Macerata, un indirizzo l’ha dato alle domande che ci si è posti. Lasciando, però, aperta la porta a suggestive ipotesi. Lei che quest’opera ha comunque decifrato facendone anche comprendere il valore.

Intanto la datazione: impossibile dare certezze ma probabilmente tra XII e XIII secolo. L’autore: e qui si entra nel campo che ingloba tutto l’iter storico-architettonico della chiesa “luogo affascinante e ricco di mistero“, con impianto romanico, soprattutto all’esterno, sul quale si sono innestati gli elementi gotici.

Analizzando l’affresco, le figure che lo compongono, soprattutto l’arcangelo psicopompo (che accompagna le anime dei morti nell’oltretomba) “l’anonimo maestro si muove su una costruzione lineare tipica del nostro territorio, con un segno morbido e un San Michele quasi fotografato. Trovo nel tutto un che di cortese, di aristocratico – ha affermato la professoressa Fabrizi – , ci sono ricercatezza, raffinatezza. Le scarpette eleganti di San Michele, la sua postura da spadaccino con quel suo gesto disinvolto. Le figure non sono in relazione tra di loro, sono isolate, ma morbide e con panneggi dinamici.  E questo porta a un artista d’Oltralpe“.

Duilio Ricci

Duilio Ricci

Ma c’è un altro elemento che potrebbe deviare più a est la terra di provenienza del maestro perché “il nome che vi si legge, Mikael, è scritto in gotico tedesco“.

Quello che rimane, comunque “è questa splendida chiesa luogo d’incontro anche di tante culture”. Cattedrale sino al XIII secolo e che fu riaperta al pubblico nel lontano 1977 ad opera di Alvise Cherubini, appassionato e competente storico di arte medievale. E all’incontro non sono mancati la moglie Flora e i figli.

I saluti iniziali erano stati portati dal padre carmelitano Giulio Pase, priore del santuario di Santa Maria delle Grazie, dal quale la chiesa dipende, e da Duilio Ricci, dell’Associazione templare, che tanto si è speso perché il restauro andasse in porto. Come è avvenuto.

Un traguardo raggiunto ma “non abbiamo finito perché – ha detto – ci sono altri affreschi, all’altezza dell’abside, che devono ritornare a vedere la luce”.

Quindi, il desiderio di “riportare in vita questa chiesa: è il compito che noi Templari ci siamo assunti. Sabato 10 dicembre prossimo, alle ore 19.00, qui torneremo a celebrare la messa. Stavolta anche in ricordo del dottor Cherubini”.

(pino.nardella@qdmnotizie.it)

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi
  
    

news

Cronaca2 ore fa

Jesi / La casa vacanza non c’era, famiglia truffata

La Polizia denuncia una donna di Bologna, con precedenti specifici: aveva proposto un appartamento sul lungomare senigalliese Jesi, 10 agosto...

Eventi & Cultura3 ore fa

Jesi / Marta e Malgorzata in un viaggio unico tra storia e musica

Insieme in un’opera per viola e pianoforte, un progetto che le inserisce nel Festival Pergolesi Spontini di settembre, in collaborazione con...

Attualità3 ore fa

Falconara / Gara di solidarietà per Alessandro

Il 63enne vive da tempo in condizioni difficili, salute precaria e di notte dorme sulle panchine della stazione o di...

assunta legnante assunta legnante
Attualità3 ore fa

Cupramontana / Assunta Legnante brinda alla cantina Vallerosa Bonci

La campionessa paralimpica ha trovato la forza di andare avanti nello sport con coraggio, forza, determinazione, voglia di vivere, di...

Sport3 ore fa

Moie / Alessandro Ragaini, nuotate nell’oro

Cresciuto in seno al Team Marche l’atleta ha fatto la parte del leone ai Campionati italiani di categoria Moie, 10...

Attualità3 ore fa

Cingoli / La memoria del beato Bartolo ora anche su pietra 

Dopo la solenne concelebrazione eucaristica l’inaugurazione dell’epigrafe commemorativa nel luogo della sua nascita Cingoli, 10 agosto 2022 – Lo scorso...

Lettere & Opinioni3 ore fa

Sanità / I pronto soccorso versano in una situazione difficile

La segreteria regionale di Cittadinanzattiva scrive al governatore Francesco Acquaroli e al rettore della Politecnica delle Marche, Gian Luca Gregori,...

Eventi & Cultura3 ore fa

Cingoli / San Severino Blues torna in piazza con Noreda Graves

Stasera Piazza Vittorio Emanuele II ospita una delle voci soul più apprezzate d’America, ingresso libero Cingoli, 10 agosto 2022 –...

Breaking news3 ore fa

Sostenibilità / “Spighe Verdi”, da Confagricoltura attestato al Sindaco di Senigallia

L’attribuzione del riconoscimento alle località che promuovono uno sviluppo rurale sostenibile e i Comuni a vocazione balneare sono in prima...

regione marche regione marche
Breaking news3 ore fa

L’inchiesta / Maltrattamenti su anziani nel Fermano: la Regione parte civile

«Qualora le persone che sono state colpite dalle misure precautelari verranno rinviate a giudizio», afferma l’assessore Filippo Saltamartini Ancona, 10...

Meteo Marche