Connect with us

Cronaca

JESI / L’INCIDENTE “ANNUNCIATO” CON TRE FERITI: «AGGIUSTATE QUEL SEMAFORO» (foto e video)

Da circa un mese non funziona, in un altro incidente il 25 marzo scorso due donne all’ospedale, la gente invoca la sistemazione dell’impianto

JESI, 11 aprile 2019Tre donne ferite – condizioni non preocupanti – il bilancio dell’incidente stradale avvenuto all’impianto semaforico che non funziona, quello che gestisce – dovrebbe gestire – la circolazione viaria all’incrocio tra via San Francesco, via Jugoslavia e via Paladini.

Lo scontro è avvenuto poco dopo le 15 di oggi e sono rimaste coinvolte tre auto: una Ford Fusion con madre, ferita, e figlia bordo, di Belvedere Ostrense, rispettivamente di 48 e 16 anni, una Fiat 500L, condotta da una 45enne jesina, ferita, e una Panda, con un giovane al volante, 26 anni, anch’egli di Jesi, con a bordo una donna 60enne, anch’ella ferita.

Soccorsi immediati da parte del 118 con automedica e due ambulanze della Croce Verde, i Vigili del Fuoco che hanno aiutato a uscire dall’abitacolo la donna nella Panda, oltre a mettere in sicurezza due auto alimentate a metano, e due pattuglie dela Polizia Locale per la dinamica, i rilievi e per gestire la circolazione considerato che via Paladini è rimasta chiusa al traffico per circa un’ora e mezza.

L’impianto semaforico in questione è da circa un mese che non funziona, causa una scheda da sostituire, e proprio il 25 marzo scorso un altro incidente aveva causato il ferimento di due donne. Durante i soccorsi odierni in più di un residente ha posto l’accento sulla pericolosità continua di quella intersezione – qualcuno da una finestra ha anche urlato «aggiustate quel semaforo» -, facendo rilevare anche che una siepe incolta a ridosso dell’impianto, tra via Paladini e via San Francesco, limita molto la visuale, fattore di rischio in più.

Se è vero che chi è al volante deve prestare attenzione in ogni circostanza e osservare obblighi per i quali se colti in difetto si pagano ammende salate e decurtazione di punti sulla patente, è altrettanto vero che bisogna mettere in condizione chi guida di farlo in sicurezza.

(p.n.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

20190411_165728 20190411_165837 20190411_165913 20190411_165942 20190411_165452 20190411_165536 20190411_152443 20190411_153029 20190411_152645 20190411_152802 20190411_153346 20190411_153449 20190411_153649 20190411_155426 20190411_155445 20190411_161133 20190411_184008 20190411_183906
<
>
Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.