Connect with us
TESTATA -

Cronaca

JESI / Un anno da record per il Cjmae

Sei premi assegnati dall’Asi, con un orgoglioso riconoscimento per l’attività solidale svolta dal Club a favore di realtà del territorio in difficoltà

JESI, 5 dicembre 2021 – Il 25 novembre scorso a Roma si sono svolte le premiazioni Asi e molti sono stati i premi e i riconoscimenti nazionali ricevuti quest’anno dal Cjmae, il Club jesino moto e auto d’epoca.

L’Automotoclub storico italiano ha conferito 6 premi al Cjmae per le sue numerose attività e manifestazioni motoristiche svolte nel 2021, ancora un anno difficile a livello sociale e socio sanitario.

Andreoli immobiliare 01-07-20

I premi ricevuti a Roma sono stati la Pedivella d’Oro, per la manifestazione motociclistica XXII Vallesina in Moto, la Manovella d’Oro Agricoli (Trattore d’oro), per la manifestazione X Rievocazione storica della trebbiatura, il riconoscimento di encomio 2021 per la manifestazione auto a livello nazionale  Spider…il vento in faccia.

«Con ancor più onore e orgoglio, – ha detto il presidente Luciano Trozzi, – il nostro Club, in questo particolare e difficile periodo, ha voluto essere promotore di diverse attività di aiuto solidale verso alcune realtà della cittài e del territorio della Vallesina».

L’apprezzamento dall’Asi è stato tale che ha premiato il Cjmae anche con un riconoscimento ufficiale per attività solidale. 

«Un plauso va a due nostri soci – aggiunge Trozzi – che hanno vinto a livello personale il premio motociclistico nazionale denominato “Pedivella d’Oro”, classificandosi 1° Fiorenzo Coacci e Bruno Barchiesi, per aver partecipato alle più importanti manifestazioni moto nazionali e Internazionali».  

«Questi importanti riconoscimenti – sottolinea il presidente – dimostrano la capacità  poliedrica da parte del Club nell’organizzare e creare eventi in un ampio ambito del motorismo storico, che siano essi raduni automobilistici, motociclistici o di mezzi utilitari e agricoli, con un interesse vivo alla cultura e alla continua scoperta turistica del territorio marchigiano. Il Cjmae ormai da molti anni è un vero e proprio strumento di eccellenza associazionistica della città di Jesi e di tutta la Vallesina».

Secondo lo statuto, l’obiettivo del Cjmae è la salvaguardia del valore culturale del motorismo storico in ogni sua accezione, cercando di divulgare queste passione, cultura e storia alle giovani generazioni.

Il presidente Trozzi ricorda che «il Cjmae, anche nel pur difficile 2021, è rimasto sempre attivo con le sue iniziative a favore dei soci, con un occhio di riguardo nell’abbinare sempre cultura, divulgazione e conoscenza turistica del territorio».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi