Connect with us

Jesi

JESI / UTILIZZANO I CASSONETTI COME DISCARICHE, TANTO NON CI SONO LE TELECAMERE

Insultati alcuni residenti che avevano avuto da ridire sui rifiuti abbandonati

 

JESI, 6 gennaio 2019  – Il punto di raccolta rifiuti in via Piandelmedico sempre più apprezzato da cittadini disubbidienti, molti dei quali residenti anche lontano da quel posto; non di rado, ci ha detto un abitante della zona, chi si azzarda a far presente l’irregolarità che si sta compiendo si viene aggrediti verbalmente. In effetti quella delle minacce non è la prima volta che ci viene riferita, in altre occasioni, infatti, i cittadini della zona sono stati minacciati perché “non si fanno i fatti propri.

E dire che un tempo proprio quella zona di raccolta rifiuti era monitorata e tenuta sotto osservazione mediante un impianto di videosorveglianza; oggi quella piccola telecamera non c’è più e questo favorisce comportamenti illegali. E come è possibile notare, di illegalità ce n’è tanta; basta vedere i mucchi di legname abbandonati fuori dai cassonetti, i contenuti dei sacchetti che nulla hanno a che vedere con la raccolta differenziata.

Per qualcuno l’unica differenziazione riguarda il colore del sacco di plastica. Il cittadino che abbiamo incontrato sul posto ci ha raccontata che pochissimi giorni or sono (l’anno nuovo era già arrivato) si è azzardato a far presente ad un gruppo di stranieri di carnagione scura che non era quello il modo di smaltire quel tipo di rifiuti (vecchi materassi), per tutta risposta è stato minacciato.

Non è la prima volta che denunciamo la situazione in cui versa quel punto di raccolta, ma, a quanto pare, proprio nella curva di via Piandelmedico trova conferma il detto popolare “non c’è più sordo di chi non vuol sentire”. Noi continueremo a segnalare le irregolarità così come i cittadini onesti non mancheranno di tenere in considerazione tali comportamenti.

(s. b.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche