Connect with us

Marche news

LAVORO / Confartigianato: il bilancio di un anno drammatico

Andreoli immobiliare 01-07-20

Sistema produttivo in ginocchio nel 2020, a soffrire maggiormente i settori della moda e dei mobili, insieme ai comparti legati al turismo e alla ristorazione

ANCONA, 2 gennaio 2021 – Ci lasciamo alle spalle un 2020 drammatico per il sistema produttivo. E sappiamo bene che la ripresa economica è legata inevitabilmente a una incertezza di fondo derivante dall’andamento della pandemia. Con consapevolezza nessuna illusione, sottolinea il segretario generale di Confartigianato Marche, Giorgio Cippitelli, perché i primi mesi del 2021 saranno altrettanto difficili. Il nostro artigianato e le piccole imprese delle Marche sono state colpite pesantemente dall’emergenza Covid-19, con ingenti perdite di liquidità e di fatturato.

Giorgio Cippitelli, segretario generale di Confartigianato

A soffrire maggiormente sono i settori della moda e dei mobili, insieme ai comparti legati al turismo, alla ristorazione, agli eventi, in cui operano numerose imprese artigiane, dai fotografi alla filiera del wedding, al trasporto persone. A partire dalla crisi del 2008 le Marche hanno perso più di 8.000 imprese artigiane. In un quadro già fortemente critico si è abbattuta la pandemia che ha accentuato tutti i segni negativi: – 1.860 nuovi progetti imprenditoriali da marzo ad ottobre ( – 32,3% ) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno).

Un dato su tutti: secondo le elaborazioni dell’Ufficio Studi di Confartigianato le aperture di impresa in  settembre e ottobre 2020 rispetto a quelle dell’anno precedente fanno registrare alle Marche un calo del 19,1%, il peggiore di tutta Italia  ( – 4,8% nazionale), con – 267 imprese. Non dimentichiamo, ribadisce il segretario generale, che il tessuto economico marchigiano è caratterizzato da imprenditoria diffusa, su 126.403 imprese attive delle Marche ben 119.325 hanno meno di 10 addetti, il 94,4%, che danno lavoro a più della metà (il 52% a fronte di un 44,5% in Italia) degli addetti in tutte le imprese attive regionali. Praticamente 1 impresa ogni 10 abitanti, una ogni 7 se consideriamo solo le persone in età da lavoro.

Molte di queste imprese inoltre appartengono a settori orientati all’export: nelle Marche, l’export a 13, 2% nei primi nove mesi del 2020 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno a fronte di un dato nazionale del -12,5%. Fondamentale dare nell’immediato una risposta alle esigenze drammatiche che i nostri imprenditori stanno vivendo e in prospettiva iniziare a disegnare un quadro di interventi per una rapida ripartenza una volta conclusa la fase dell’emergenza sanitaria. Le risposte devono essere forti e tempestive come mai è avvenuto sin qui sia in ambito nazionale che quello regionale. La precedente crisi si è dispiegata in un arco di tempo pluriennale mentre quella attuale con picchi negativi ancora più grandi si è concentrata in un lasso di tempo di pochi mesi fino ad arrivare a modificare l’economia globale. Le imprese hanno necessità di interventi rapidi, immediati e proporzionati alle perdite.

Il segretario rimarca gli ostacoli del sistema Paese: troppo fisco, troppa burocrazia, poco credito: tra l’altro dall’inizio del lockdown ad oggi l’infrastruttura immateriale ha dato evidenti segni di inadeguatezza rispetto ad un uso massiccio da parte di imprese e cittadini. Il credito è essenziale, nelle fasi più acute della crisi, per assicurare la necessaria liquidità alle imprese, private delle loro entrate e lo sarà nella fase successiva, per sostenerle nel percorso di ripresa.

Poi ci sono le risorse europee che devono essere spese anche per rimuovere gli ostacoli che impediscono all’Italia di crescere e per valorizzare i nostri punti di forza, vale a dire l’artigianato e le micro e piccole imprese diffuse sul territorio. La manifattura italiana è ancora la seconda in Europa e quella delle Marche artigiana la prima per incidenza in Italia. Tutto il Paese deve rispondere in modo coeso a questa sfida con proposte serie, ragionate ed efficaci.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Cronaca5 ore fa

Jesi / Brucia il computer, ci vogliono i Vigili del Fuoco

Intervento della squadra cittadina nella serata di ieri, nessuna persona coinvolta ma danni di Redazione Jesi, 2 febbraio 2023 –...

Bassa Vallesina5 ore fa

Falconara / Incidente all’Api, tanto fumo ma nessun danno a persone e cose

Una quantità di combustibile era trafilata da una valvola, situazione prontamente risolta dal personale interno della raffineria, addestrato per far...

Attualità6 ore fa

Sanità / Medici di famiglia, i dottori Gagliardini ed Ercolino a Cingoli e Filottrano

Lo ha comunicato l’assessore Filippo Saltamartini dopo il confronto avuto con la Direzione dell’Ast Ancona e con il Distretto competente...

Attualità8 ore fa

Provincia / Open day per il rinnovo dei passaporti

Le date delle aperture straordinarie nei Commissariati di Jesi, Fabriano, Senigallia e Osimo, con accesso libero e senza prenotazione in...

Alta Vallesina10 ore fa

Fabriano / Subaffitto Agricom, l’interpellanza di Fabriano Progressista

Torna d’attualità la questione dell’azienda agraria comunale Fabriano, 2 febbraio 2023 – Premesso che con delibera di giunta del 21/03/2022...

Eventi11 ore fa

Montecarotto / A teatro una rassegna da “perdere la testa”

Dal 17 febbraio i quattro appuntamenti tra “amore e follia”, a chiudere il calendario lo spettacolo di “Malati di niente”...

carabinieri stazione sassoferrato carabinieri stazione sassoferrato
Alta Vallesina11 ore fa

Sassoferrato / Compra un Apple Watch online ma viene truffato

Denunciato un 40enne residente nella provincia di Fermo per truffa di Redazione Sassoferrato, 2 febbraio 2023 – I Carabinieri hanno...

Alta Vallesina13 ore fa

Fabriano / Ambito 10, ecco il registro assistenti familiari

Il Registro Assistenti Familiari: uno strumento in più per favorire le famiglie e aiutare lavoratori e lavoratrici del settore di...

Attualità18 ore fa

Tradizioni / Dopo i Giorni della Merla ecco Candelora: «Dell’inverno semo fora?»

Un’altra ricorrenza della tradizione popolare che cade oggi 2 febbraio e sancisce la fine o il prosieguo dell’inverno di Cristiana...

Primo piano18 ore fa

L’intervista / Roberto Mancini: «Marche regione da podio, Jesi sul gradino più alto»

«Spero davvero che tra qualche tempo sia Ancona che Ascoli possano tornare in serie A, sarebbe un bel traguardo per...

Meteo Marche