Connect with us

Marche news

MARCHE / Sos Fattoria, perso il 21% delle aziende zootecniche

Andreoli immobiliare 01-07-20

Fra terremoto e complicazioni economiche dovute al Covid: il bilancio di Coldiretti Marche nel giorno di Sant’Antonio Abate patrono degli animali

ANCONA, 17 gennaio 2021 Più di una famiglia marchigiana su due ha un animale in casa. Amici a quattro zampe, soprattutto cani e gatti, che secondo i dati dell’anagrafe regionale degli animali d’affezione superano quota 382 mila.

Numeri che si aggiungono agli animali allevati nelle campagne marchigiane dove le aziende zootecniche sono oltre 16 mila e si occupano di circa 306 mila animali tra mucche, bufale, pecore, capre, cavalli e maiali senza contare 4.5 milioni di volatili tra polli, galline, tacchini, oche, anatre ma anche quaglie e, negli ultimi anni, pure struzzi ed emu.

Lo rende noto Coldiretti Marche in occasione di Sant’Antonio Abate, patrono degli animali, che si celebra il 17 gennaio con la tradizione popolare delle benedizioni degli animali nelle parrocchie e nelle campagne (generalmente rinviate causa Covid). L’occasione, per rilanciare l’allarme su un settore particolarmente toccato dalla crisi sanitaria.

Dal dopo terremoto a oggi si è perso, secondo l’analisi di Coldiretti Marche su dati dell’Anagrafe zootecnica nazionale, il 21% delle aziende mentre il patrimonio zootecnico è diminuito di circa il 3%. Una diminuzione che non tiene conto del comparto avicolo, in controtendenza rispetto agli altri e in crescita del 4%.

Nella nostra regione sono presenti circa 3.500 allevamenti di bovini, 94 bufalini, circa 4 mila ovicaprini, quasi 8 mila suini, 430 avicoli e anche 62 attività di acquacoltura tra acqua dolce e mare. Un settore in crisi anche per il perdurare delle restrizioni a ristoranti, bar e alberghi imposte a causa dell’emergenza Covid con il conseguente crollo dei consumi.

«Gli allevatori marchigiani – secondo Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche – svolgono un ruolo di presidio e mantenimento del territorio naturale. Il loro lavoro, basato sulla sostenibilità ambientale, contribuisce a generare valore e occupazione anche in territori marginali. Ovviamente la crisi sanitaria che stiamo vivendo rende la zootecnia uno dei settori più colpiti. Chiediamo alle Istituzioni di sostenere oggi e continuare in futuro a potenziare questo settore così importante per la nostra regione».

Per aiutare le aziende Coldiretti, nel corso del 2020, è riuscita a ottenere dalle Istituzioni diverse misure di ristoro per le varie tipologie di allevamento e continuerà nel corso di quest’anno la sua azione di sostegno alle imprese. Intanto, in collaborazione con Bovinmarche, è stata potenziata l’assistenza tecnica zootecnica con veterinari, agronomi e nutrizionisti a disposizione degli allevamenti per sopralluoghi e consulenze mirate su biosicurezza e benessere animale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Cronaca5 ore fa

Jesi / Brucia il computer, ci vogliono i Vigili del Fuoco

Intervento della squadra cittadina nella serata di ieri, nessuna persona coinvolta ma danni di Redazione Jesi, 2 febbraio 2023 –...

Bassa Vallesina5 ore fa

Falconara / Incidente all’Api, tanto fumo ma nessun danno a persone e cose

Una quantità di combustibile era trafilata da una valvola, situazione prontamente risolta dal personale interno della raffineria, addestrato per far...

Attualità7 ore fa

Sanità / Medici di famiglia, i dottori Gagliardini ed Ercolino a Cingoli e Filottrano

Lo ha comunicato l’assessore Filippo Saltamartini dopo il confronto avuto con la Direzione dell’Ast Ancona e con il Distretto competente...

Attualità8 ore fa

Provincia / Open day per il rinnovo dei passaporti

Le date delle aperture straordinarie nei Commissariati di Jesi, Fabriano, Senigallia e Osimo, con accesso libero e senza prenotazione in...

Alta Vallesina10 ore fa

Fabriano / Subaffitto Agricom, l’interpellanza di Fabriano Progressista

Torna d’attualità la questione dell’azienda agraria comunale Fabriano, 2 febbraio 2023 – Premesso che con delibera di giunta del 21/03/2022...

Eventi11 ore fa

Montecarotto / A teatro una rassegna da “perdere la testa”

Dal 17 febbraio i quattro appuntamenti tra “amore e follia”, a chiudere il calendario lo spettacolo di “Malati di niente”...

carabinieri stazione sassoferrato carabinieri stazione sassoferrato
Alta Vallesina12 ore fa

Sassoferrato / Compra un Apple Watch online ma viene truffato

Denunciato un 40enne residente nella provincia di Fermo per truffa di Redazione Sassoferrato, 2 febbraio 2023 – I Carabinieri hanno...

Alta Vallesina13 ore fa

Fabriano / Ambito 10, ecco il registro assistenti familiari

Il Registro Assistenti Familiari: uno strumento in più per favorire le famiglie e aiutare lavoratori e lavoratrici del settore di...

Attualità18 ore fa

Tradizioni / Dopo i Giorni della Merla ecco Candelora: «Dell’inverno semo fora?»

Un’altra ricorrenza della tradizione popolare che cade oggi 2 febbraio e sancisce la fine o il prosieguo dell’inverno di Cristiana...

Primo piano18 ore fa

L’intervista / Roberto Mancini: «Marche regione da podio, Jesi sul gradino più alto»

«Spero davvero che tra qualche tempo sia Ancona che Ascoli possano tornare in serie A, sarebbe un bel traguardo per...

Meteo Marche