Connect with us

Alta Vallesina

SASSOFERRATO / MORTE DEL PROF, SUL CORPO DI VITALETTI CONTATI 24 FENDENTI: TRE LE COLTELLATE MORTALI

SASSOFERRATO, 1 febbraio 2017Tre coltellate mortali. Questo l’aspetto più significativo scaturito dall’autopsia che il medico legale, Adriano Tagliabracci, incaricato dalla procura del Tribunale di Ancona, ha effettuato oggi, 1° febbraio, sul cadavere di Alessandro Vitaletti.
I fendenti inferti al professore di Lettere sassoferratese, sono 24, di cui tre mortali nella colluttazione avvenuta in via Buozzi, nei pressi di un distributore di benzina e del Bar Sport, con il 55enne muratore. La morte è sopraggiunta per dissanguamento. Nella serata di oggi o, al massimo, entro domani mattina, la salma sarà riconsegnata alla famiglia. Alle ore 16 di domani, 2 febbraio, nella casa del commiato Belardinelli, sarà aperta la camera ardente. I funerali saranno officiati venerdì 3 febbraio alle 14:30 nella chiesa di San Facondino a Sassoferrato. Quindi, il feretro sarà tumulato nel cimitero cittadino.
Intanto il presunto omicida Sebastiano Dimasi, attualmente detenuto nel carcere anconetano di Montacuto, nel colloquio avuto con il suo avvocato Enrico Carminati avrebbe ribadito che il coltello era del Vitaletti, “io ero disarmato e a mani nude; ha iniziato lui e quando mi ha aggredito gliel’ho strappato”. Ma finora l’arma da taglio non si è trovata, infruttuose le ricerche fatte dagli inquirenti.

Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.