CHIARAVALLE / MARCO PARENTE AL TEATRO VALLE CON ‘EPPUR NON BASTA’

CHIARAVALLE, 28 febbraio 2018 –  Vent’anni dopo torna Marco Parente. Venerdì 2 marzo al teatro Valle il cantautore delizierà i suoi tanti estimatori con uno dei concerti legati alla ripubblicazione del suo album di debutto, “Eppur non basta”.

Il disco, originariamente uscito per il Consorzio Produttori Indipendenti e divenuto presto introvabile, è stato ristampato in vinile rimasterizzato con due brani inediti da Pippola Music, la nuova etichetta del musicista fiorentino.

Pubblicato nel 1997 con il singolo “Oio”, cui ha partecipato Carmen Consoli, “Eppur non basta” in questi vent’anni è diventato un caposaldo della musica d’autore italiana.

Ma anche, per dirla alla Parente citando Cocteau, “si fa dell’arte per trovare nuovi amici”, ovvero una possibilità, per lui assai fortunata, di incontrare musicisti che da lì in poi avrebbero segnato il suo percorso. Infatti sul palco con Marco Parente ci saranno i musicisti che suonarono nel disco d’esordio, per una performance di altissimo livello che ridarà vita, anche live, ad un disco che era diventato l’opera assente nella discografia dell’artista.

Un album che due decenni fa spostava il baricentro della canzone cantautorale riequilibrando l’importanza musicale rispetto a quella testuale e guardando, a livello di influenze, a ciò che di importante stava accadendo oltre i confini italiani.
Spesso, nell’arco di questi vent’anni – dice Parente – non sono riuscito ad accontentare quegli ascoltatori che a fine concerto mi chiedevano una copia di Eppur Non Basta che ormai sembrava essere diventato un pezzo da collezionisti. Nemmeno io potevo acquistarne delle copie. Dalla fine del Consorzio in poi, era diventato un disco fuori stampa, un po’ orfano, un po’ fantasma. Ma un disco d’esordio occupa sempre un posto speciale, e l’intento di ritrovarlo e farlo rivivere dopo vent’anni ha sicuramente a che fare con un intimo bisogno di riconciliazione col tempo, ma anche e soprattutto col piacere di salire di nuovo su un palco con quella stessa band”. Con Parente saranno sul palco i suoi compagni di viaggio: Erika Giansanti alla viola, Luca Marianini alla tromba, Gionni Dell’Orto al basso, Jeppe Catalano alla batteria. E accanto a loro, “l’arte fonica di Giovanni Gasparini, l’amico ritrovato”.

Gianluca Fenucci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annibaldi & Pandolfi Onranze funebri - Casa del Commiato

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.