LETTERE & OPINIONI / CHIARAVALLE: MENCARELLI SCRIVE, FENUCCI RISPONDE

CHIARAVALLE, 13 febbraio 2018 – Dall’avv. Ennio Mencarelli riceviamo e pubblichiamo:  “in relazione agli articoli apparsi sul giornale QdM a Firma Gianluca Fenucci e Antonio Moscatelli ed altri che mi citano nominativamente in relazione alla situazione politica chiaravallese, tra l’altro senza aver mai chiesto una mia dichiarazione o una mia opinione, mi vedo costretto ad intervenire per chiarire quanto segue:

a) il sottoscritto NON ha, NON ha mai avuto e non intende avere alcun rapporto, politico o di qualsivoglia altro genere con il Partito di Liberi ed Uguali o con qualsivoglia altra formazione politica di sinistra e di destra che si agita nel deprimente panorama politico Chiaravallese;

b) il sottoscritto è l’autore di alcuni espost0-denunce su questioni urbanistiche relative alla vicenda della cessione dell’area Fintecna ( ex Cral) di Chiaravalle ad una ditta privata e in relazione allo scambio Chiostro cistercense-Orto del Prete effettuatasi sotto l’Amministrazione Montali di cui il firmatario del comunicato di LeU Antonio Moscatelli era Assessore e per i quali lo scrivente ha avuto notizia essere stati inviate alcune notifiche di “avviso di chiusura delle indagini preliminari” che preludono alla richiesta di rinvio a giudizio, notificate ad alcuni politici  della precedente Giunta Montali-Moscatelli;

c) lo scrivente si vede costretto a diffidare per il Vs tramite il giornalista Gianluca Fenucci , che tra le altre cose da Consigliere comunale votò a favore della cessione Chiostro/Orto del Prete, per la quale la Procura della Repubblica presso la Corte dei Conti ipotizza un danno erariale di diverse centinaia di migliaia di euro, dal persistere a voler collegare il  nome di Ennio Mencarelli a vicende quali le polemiche interne ai partiti della sinistra e della destra chiaravallese, della quale ultima il Fenucci stesso è stato indicato da recenti informazioni, diffuse dalla carta stampata, come possibile candidato a Sindaco nelle prossime elezioni amministrative comunali.

Avv.  Ennio Mencarelli“.

 

L’ex avvocato, Ennio Mencarelli dal 2008, anno in cui fu estromesso dalla lista di centrodestra che poi ottenne un ottimo risultato alle elezioni amministrative, ha fatto di tutto per gettare discredito su tanti che non la pensano come lui, me compreso, anzi me in primis. Certamente perché, dopo averlo defenestrato, il centrodestra volle candidare me a candidato sindaco. Quindi, i motivi del suo risentimento, anzi, del suo odio, sono da ricercare in quell’episodio specifico. Mencarelli, da campione di democrazia e pluralismo, ha più volte tentato con metodi subdoli, anzi fascisti e integralisti, di impedirmi di svolgere il mio mestiere di giornalista. Ha scritto decine di volte ai direttori dei giornali per i quali scrivo e ho scritto, invitandoli a non farmi più scrivere e a togliermi il diritto di parola e di replica. Non pago, ha tappezzato tutti i muri di Chiaravalle nel 2008, con offese verso me e mio padre, per cercare di dissuadere gli elettori moderati dal votarmi nell’unica mia esperienza politica, chiaramente non riuscendovi visto che nel 2008 la lista che capeggiavo conquistò il 27% dei consensi e circa 2700 voti. L’ex avvocato è talmente democratico che tutti i giorni, ma proprio tutti, mi attacca con termini veramente offensivi e attacca il giornale per cui scrivo, preoccupandosi nel contempo di bannarmi così che io non possa replicare né sul suo blog né sulla sua pagina Fb alle offese di cui mi ricopre. Le parole hanno un significato e l’unica parola che mi viene da accostare a questo personaggio è “FASCISTA” ma nel senso vero del termine non in quello abusato di oggi. Ora, l’ex avvocato, ha un obiettivo: siccome non ha più alcun credito deve strizzare l’occhiolino a chi attualmente governa sperando di ritagliarsi un attimo di notorietà e di credibilità e verginità (che non ha). Da capogruppo di opposizione in consiglio comunale, dal 2008 al 2012, ho combattuto strenuamente l’allora sindaco Montali e il Pd e gli atti, compresi verbali e registrazioni dei vari consigli comunali, sono lì a testimoniarlo ma il clima creato dall’ex avvocato Mencarelli è quanto di peggio ci si potesse aspettare.

Il suo fomentare odio e rancore è celebre. E chi lo conosce lo sa. Sul resto, stendo un velo pietoso.

Le sue dietrologie, le sue farneticazioni, fanno davvero ridere se non fossero pericolose visto che tendono a demonizzare chi non ha commesso alcun reato. Dal 16 settembre 1989 sono iscritto all’Ordine dei Giornalisti e da allora ho scritto migliaia di articoli che dimostrano la mia indipendenza e la mia autonomia. L’avvocato che non fa più l’avvocato è invece conosciuto da tutti per la sua nuova attività di fomentatore di odio e di malvagità gratuite. Credo sia un bene per tutti quelli che si occupano di politica a Chiaravalle, compreso il sindaco Costantini di cui Mencarelli si professa tifoso, tenerlo a debita distanza.

Gianluca Fenucci”.

Annibaldi & Pandolfi Onranze funebri - Casa del Commiato

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*