Connect with us

Castelplanio

CASTELPLANIO / L’addio a Maria Claudia, una vita dedicata agli altri

Il rito funebre nella chiesa di Santa Maria del Cammino, poi la sepoltura al civico cimitero

CASTELPLANIO, 4 febbraio 2021Tante persone hanno partecipato nel primo pomeriggio di oggi ai funerali di Maria Claudia Zampetti, 68 anni originaria di Cupramontana, venuta a mancare martedì nella sua abitazione in seguito a un malore.

Il libro aperto del Vangelo, il velo della dama unitalsiana e le rose rosse per l’ultimo saluto a Maria Claudia nella sua chiesa di Santa Maria del Cammino, a Macine, con i familiari e gli amici, alcuni collegati dalla sala parrocchiale, altri che hanno seguito il rito funebre dalla pagina facebook.

Il parroco don Gianfranco Ceci con i sacerdoti don Maurizio Fileni, don Federico Rango, don Venish Crayssac e padre Enok Raj hanno officiato la messa. Emozionate e piene di gratitudine le parole del parroco che ha voluto tratteggiare le caratteristiche umane e i doni spirituali di Maria Claudia che, fedele al suo impegnativo lavoro, aveva scelto di dedicarsi agli altri in tanti servizi nella comunità ecclesiale.

Andreoli immobiliare 01-07-20

La sua amica Antonia, con la quale ha condiviso otto anni nella segreteria dell’Unitalsi diocesana, ha preparato una lettera che è stata letta alla fine della celebrazione.

«Ciao carissima Claudia, un’amica è per sempre e tu per me lo sei ancora, anzi oggi più che mai: oggi che non usciamo più assieme, oggi che non ascolti più le mie chiacchiere al telefono, oggi che le nostre vite sono cambiate e tu chissà dove sei e chissà cosa stai facendo. Sarai sempre mia amica, perché una parte di te sarà sempre con me ed è proprio questo che mi fa sperare che andrà tutto bene, che un giorno ci ritroveremo e che io nel frattempo dovrò fare tutto quello che abbiamo fatto insieme finora: sorridere, divertirmi, vivere».

L’Unitalsi diocesana, presente con alcuni volontari e rappresentata dal labaro, si era ritrovata per pregare alla casa del commiato Bondoni nel pomeriggio di ieri e questa mattina, e durante la liturgia ha ricordato alcuni tratti dell’impegno di Claudia: «È stata la nostra segretaria, autista, cuoca, animatrice, sempre con il grembiule, per un servizio reso con premura, con gioia e leggerezza. Ha sempre avuto un’attenzione particolare verso le persone più piccole, i malati, gli anziani, i bambini e le bambine seguiti dai Missionari Cappuccini, le persone accolte dalla mensa della Caritas diocesana, le persone disabili nei pellegrinaggi unitalsiani, nelle opere parrocchiali. Era sempre pronta e insieme alla sua amica Nella e al parroco don Gianfranco ci ha accolti nella parrocchia che è stata la sua famiglia».

La sua amica di Cupramontana, Marinella, ha desiderato ricordare altri aspetti di Claudia, il suo lavoro iniziato come maestra proprio nel suo paese natale, per sostituire la stimata maestra Cecilia Sassaroli e poi le tante attività del volontariato.

Paolo Perticaroli, a nome anche degli ex colleghi, ha descritto la serietà e lo scrupolo di Claudia nel suo lavoro nelle segreterie di vari istituti, dove ha sempre portato il suo contributo di idee e ha cooperato al miglior andamento della comunità scolastica. Al rito erano presenti anche le dirigenti e i dirigenti con i quali ha collaborato oltre a tante collaboratrici scolastiche con cui ha condiviso il suo lavoro.

Claudia Zampetti è stata per 42 anni direttore dei servizi generali e amministrativi al Liceo Classico di Jesi. Ha iniziato la sua carriera nel mondo della scuola proprio a Cupramontana, come insegnante per poi proseguirla in ambito amministrativo.

Molto attiva nel volontariato e nell’associazionismo, con l’Unitalsi, si dedicava con passione all’impegno della comunità verso i più fragili. Sarà ricordata da tutti per il suo sorriso sincero e la straordinaria disponibilità. La salma è stata tumulata nel cimitero di Cupramontana.

(e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche